Catania-Modena 0-0: Scialbo pareggio e vittoria rimandata

By
Pubblicato: 14:57 - 20 settembre, 2014


Mariano Torrisi

EDITORE

Muove i primi passi nel 2010 nella redazione di Itasportpress e dopo un anno e mezzo di militanza viene promosso al ruolo di caporedattore, ricoperto fino ad aprile 2013.
Nello stesso anno entra a far parte del gruppo di Catanista per iniziare una nuova ed entusiasmante avventura. Penna schietta e sincera, garbata ma affilata, ha sposato, con grande sentimento, la linea editoriale di Catanista, riuscendo a cogliere sempre l'attimo di ogni accadimento o notizia

Finisce 0 a 0 tra i fischi del pubblico la sfida tra Catania e Modena valida per il quarto turno di serie B. Prima vittoria rimandata ancora per gli etnei.

Sannino alla sua prima sulla panchina etnea deve già far fronte all’emergenza infortuni e deve di fatto reinventare il centrocampo, con Chrapek unico giocatore di ruolo e Rosina e Martinho arretrati per fare spazio in avanti al tridente Leto-Calaiò-Castro. In difesa Monzon preferito a Capuano.

Primo Tempo
Catania che inizia timido, non riesce a trovare molto spazi, ma non concede nulla ad un Modena ben messo in campo ma incapace di aggredire con efficacia. Gli etnei crescono col passare dei minuti e, dopo tre conclusioni sterili di Leto, possono reclamare per due rigori non concessi dall’arbitro, entrambi su Calaiò: il primo, dubbio, alla mezz’ora, il secondo qualche minuto più tardi molto più evidente con Acosty che si fa soffiare palla dallo stesso attaccante prima di agganciarlo sul piede facendolo cadere in area. Lo stesso Calaiò sfiora la rete più tardi con un gran colpo di tacco su punizione di Rosina. Il primo tempo però si chiude a reti inviolate.

Secondo Tempo
Nella ripresa i due allenatori mischiano le carte, anche se è il Modena a sembrare più rinvigorito dal cambio di Novellino. Entrano Marcelinho e Capuano nel Catania, ma gli etnei si rendono pericolosi solo alla mezz’ora con due pallide conclusioni di Castro e quella successiva di Calaiò. Ci pensa l’arbitro ad animare la gara qualche minuto dopo espellendo entrambi gli allenatori. L’occasione più ghiotta arriva qualche minuto più tardi con la traversa colpita da Acosty su gran conclusione da fuori area. Il Catanianci prova nelle battute finali anche con Cani, ma il triplice fischio spegne le residue speranze di vittoria.

TABELLINO

CATANIA 4-3-3: Anania, Peruzzi, Spolli, Gyomberg, Monzon, Chrapek (dal 56 st Capuano) , Rosina, Martinho, Leto (dal 52 st Marcelinho), Calaiò, Castro (dall’87 st Cani). All. Sannino

MODENA 4-4-2: Pinsoglio, Marzorati, Gozzi, Cionek, Manfrin (dal 70 st Rubin), Acosty (dall’87 st Beltrame), Nizzetto, Salifu, Schiavone, Luppi (dal 46 st Nardini), Granoche. All. Novellino

ARBITRO: Di Paolo Aleandro

MARCATORI: nessuno

AMMONITI: Gozzi, Manfrin, Cionek, Salifu, Beltrame, Monzon, Martinho.

ESPULSI: Novellino e Sannino.