Sannino: “Ragioniamo da provinciale. Speriamo di far sorridere i tifosi”

By
Pubblicato: 12:30 - 3 ottobre, 2014


Stefano Auteri

Stefano Auteri

RESPONSABILE

Abile penna motivata e passionale, muove i primi passi con siti nazionali votati al Calciomercato. Oggi è responsabile di redazione, editorialista nonchè collaboratore anche con testate nazionali come GQ Italia.
In radio mostra una conduzione elegante e professionale.
Stefano Auteri

Ecco le parole di mister Sannino alla vigilia del match contro il Frosinone:

“Sarebbe semplice lamentarsi dei problemi che abbiamo, ma non è nel mio carattere. Noi dobbiamo guardare avanti. Confido molto sull’anima piuttosto che sulle qualità. Mi preme avere in campo ragazzi che sanno che c’è da soffrire, questo è il concetto più importante adesso. Confido sempre su quello che hanno dentro, la cosa più importante è muovere la classifica. Vedere che abbiamo sei punti è diverso che vederne tre, ma da allenatore devo attenzionare anche altre cose”

“Da quando sono arrivato non ho mai avuto dubbi sull’impegno e sulla voglia dei ragazzi. Dobbiamo andare a Frosinone sapendo che si tratta di un campo difficile. Se un allenatore fa un turnover di nove giocatori vuol dire che ha una rosa amplissima, noi invece adesso siamo come una truppa arroccata in un forte pronta a vendere cara la pelle. In mezzo al campo abbiamo indisponibili giocatori di spessore, ma i giovani che giocheranno daranno il loro contributo”

“Sotto l’aspetto caratteriale sono soddisfatto. In questo momento cerchiamo di muovere la classifica, dobbiamo ragionare da provinciale. Non mi piace vendere fumo, ma sono consapevole di avere a disposizione ragazzi straordinari pronti a fare di necessità virtù. Chrapek e Calello? Uno dei due entrerà sicuramente dall’inizio, bisogna sostituire Capuano. Io penso che in una squadra ci sia bisogno di avere per prima cosa buone fondamenta. Garufi ed Escalante? Mandare allo sbaraglio dei giovani sarebbe pericoloso. I giovani a volte fanno bene quando entrano in un meccanismo dove va tutto liscio. Oggi ci sono tante difficoltà. Io tifo per i giovani e cerco in tutti i modi di non mandarli allo sbaraglio”

“Io guardo il Frosinone nel complesso. Ha esterni molto pericolosi, attaccanti dinamici ed un terreno di gioco che è un catino. Loro giocano con le ripartenze ma noi dovremo essere intelligenti. Stamattina ho detto alla squadra di non dimenticare chi siamo in questo momento, è fondamentale. Andiamo in trasferta e mi auguro che domani possiamo far sorridere i nostri tifosi”