Calaiò: “Giusti i fischi dei tifosi. La colpa è di tutti perché…”

By
Pubblicato: 15:11 - 22 ottobre, 2014


Intervenuto ai microfoni di Torre del Grifo prima dell’allenamento a porte aperte del Catania, ha parlato Emanuele Calaiò commentando il difficile momento degli entei. Queste le sue parole:

“Non è mai capitato nella mia carriera di vivere questa situazione. Da un anno e mezzo il Catania fa fatica e non so perché. Facile parlare di infortunati ma la colpa è di tutti perchè non è una bella cosa vedere il club ultimo in B. E’ giusto darci una mossa perché i tifosi non meritano questa classifica. Con orgoglio e carattere possiamo uscire fuori da questa situazione. Abbiamo adesso 4 partite di cui tre in casa e una fuori e al Massimino dobbiamo raccogliere 9 punti per allenarci con serenità, ottenere autostima e ritrovare il feeling con i tifosi. Io e Rosina abbiamo più esperienza in B ma anche noi dobbiamo dare di più perché bisogna andare con lo stesso passo dei nostri avversari in campionato. Bisogna aiutare anche chi ancora si porta le scorie della scorsa stagione. Il Catania ha qualità e il club ha investito tanto quindi non si può continuare così. Ci dobbiamo comportare da piccola squadra per sopperire le lacune che abbiamo. Da adesso in poi fatti e pedalare evitando parole e chiacchiere che valgono zeroIn questo momento è giusto che i tifosi ci fischino ma sono sicuro che se usciremo da questa situazione ci applaudiranno. Sabato e martedì i tifosi vedranno 18 leoni in campo e questo potrà trascinare la nostra gente. A La Spezia nella prima mezzora siamo arrivati sul fondo con continuità ma non siamo riusciti a fare gol. Ci è mancato un pizzico di lucidità ma in questo momento non gira dal verso giusto per noi.”