Sannino: “Voglio il Catania del primo tempo col Varese e del secondo tempo di Trapani”

By
Pubblicato: 16:21 - 22 novembre, 2014


Nel prepartita tra Catania e Latina è intervenuto Sannino parlando della situazione legata al Catania proprio alla vigilia del match con i laziali:

“Il Latina è una squadra in salute ma noi dobbiamo guardare in avanti. Noi siamo più portati in avanti e un pò pazzi ma la pazzia fa parte dell’arte, i nostri giocatori potrebbero portare i tre punti in qualsiasi momento. Il Latina vuole rifare la scorsa stagione perchè ha una squadra creata per vincere il campionato. Settimana dopo il pareggio di Trapani, situazione ingarbugliata e i ragazzi hanno capito la lettura della partita. I primi minuti da non ripetere più. Voglio il Catania del primo tempo di Varese e del secondo tempo del Trapani. Domani i ragazzi arriveranno in campo consapevoli che è difficile, così come tutte le partite del girone d’andata. Per battere il Latina c’è bisogno di rabbia di ogni giocatore e del miglior Catania mai visto fino ad oggi

Io sono un incontentabile, gli obiettivi raggiunti li dimentico subito perchè mi piace sempre la sfida e nuove cose. Sono contento dell’atteggiamento della squadra adesso ma voglio molto di più, molto di più. A Gennaio vedremo, chi fa il mercato si girerà intorno, sappiamo che abbiamo delle carenze in certi reparti, in termini numerici, e abbondanza in attacco e soprattutto al centrocampo. Io ho le mie idee sul mercato ma devo fare bene fino a Gennaio. Io devo pensare già alla gara di  domani e a Rolin che giocherà nonostante la forma fisica precaria.

 L’importante è vincere tutte le gare. La svolta è lontana ancora, vogliamo ancora capire chi siamo veramente, siamo una squadra che se va in campo con la giusta cattiveria e timore dell’avversario allora sarà la svolta.

Sauro domani potrà giocare. E’ stata una settimana complessa per gli infortunati e questa è il nostro punto di forza. Abbiamo Peruzzi e Spolli fuori ma abbiamo Rolin che sta rientrando e vuole giocare a tutti i costi. Castro credo che dalla settimana prossima sarà con il gruppo e rientrerà per un posto da titolare.
Leto ha lavorato come non mai ma non sono i due goal che fanno cambiare l’idea di un giocatore. Lui è un ragazzo intelligente e solo il campo può fare ricredere le sue qualità di giocatore e uomo. E’ un giocatore timido che avvolte diventa arrogante. Leto è una risorsa del Catania e che deve lavorare per questa maglia. Il pubblico di Catania è straordinario. Da quando sono qui io faccio capire che la strada giusta è il campo e lavorare tanto.”