960x135catanistafbENJOYstarREMAXHONDAmazdatwit

Playoff: Cosenza ultima chiamata per il Catania? Ecco le date…

By
Pubblicato: 18:55 - 13 aprile, 2017


Antonio Torrisi

EDITORE

Fautore del calcio "romantico", si appassiona al mondo del giornalismo sportivo sin da piccolo, seguendo le telecronache in TV e iniziando così a coltivare il sogni di essere, un giorno, in cabina di commento in occasione di una finale di Champions League.
Dal 2014 inizia a collaborare con diverse redazioni sportivo e non, quali SpazioJuve, Sudpress e Siciliajournal, nutrendo una grande passione anche per la politica e per i suoi relativi meccanismi. Dal 2015 entra a far parte di Catanista, avventura che lo porta ad esordire persino in radio: altro sogno nel cassetto, conservato da bambino.

Quattro giornate al termine della regular season e tanti dubbi in casa Catania dopo il pareggio con la Vibonese e la marcia verso i Playoff che aumenta il ritmo e diventa una vera e propria corsa: d’altra parte, è stato lo stesso Ad rossazzurro Pietro Lo Monaco ad affermarlo, “contro il Cosenza sarà gara decisiva”.

Intanto, il Consiglio direttivo di Lega Pro negli scorsi giorni ha reso note le date delle fasi finali del campionato, dalle prime che si terranno nei campi delle squadre qualificate, alle ultime due che, invece, vedranno protagonista l’Artemio Franchi, giorni stabiliti in sinergia con la Questura di Firenze. Leggiamo insieme il quadro completo: PRIMA FASE : Domenica 14 maggio: Gara unica sola Andata. SECONDA FASE: Domenica 21 maggio: Gare di Andata; Mercoledì 24 maggio: Gare di RitornoQUARTI DI FINALE: Domenica 28 maggio: Gare di Andata; Domenica 4 giugno: Gare di RitornoSEMIFINALI: Martedì 13 Giugno: Semifinale A (gara unica stadio “Artemio Franchi” di Firenze); Mercoledì 14 Giugno: Semifinale B (gara unica stadio “Artemio Franchi” di Firenze). FINALE: Sabato 17 Giugno (gara unica stadio “Artemio Franchi” di Firenze). Ricordiamo, prima di passare al Catania, che nella Prima fase si scontreranno le formazioni dei rispettivi gironi dalla terza alla decima, nella seguente modalità: terza-decima, quarta-nona, quinta-ottava, sesta-settima. Le seconde classificate raggiungeranno direttamente la Seconda fase, dove le contendenti incontreranno con il seguente schema: 2° Girone A contro Vincente 5° vs 8° Girone C, 2° Girone B contro vincente 6° vs 7° Girone A, 2° Girone C contro vincente 6° vs 7° Girone B, Vincitrice Coppa Italia contro vincente 6° vs 7° Girone C, vincente 3° vs 10° Girone A contro vincente 4° vs 9° Girone C, vincente 3° vs 10° Girone B contro vincente 5° vs 8° Girone A, vincente 3° vs 10° Girone C contro vincente 5° vs 8° Girone B, vincente 4° vs 9° Girone A contro vincente 4° vs 9° Girone B.

Adesso giungiamo al Catania: in questo momento, nel Girone C, si potrebbe assistere ad uno slittamento di posti dovuto alla finale di Coppa tra Matera e Venezia, con quest’ultimo quasi matematicamente promossa in Serie B. Dovesse finire qui il campionato, i rossazzurri  (undicesimi) affronterebbero la Juve Stabia (o Siracusa) in trasferta, e qualora dovesse passare il turno, la vincente tra Reggiana-FeralpiSalò al Massimino. Se, invece, il Catania dovesse finire decimo, la lotta tra lo stesso Siracusa e il Virtus Francavilla consegnerebbe agli etnei l’avversario al primo turno, mentre al secondo una tra Arezzo (o Livorno) e Lucchese (o Pro Piacenza), in trasferta. Ma sono e restano ipotesi, per ora: tutto passa da sabato, da una vittoria con il Cosenza. Da lì in poi altre tre gare decisive e la matematica emetterà i suoi verdetti.