Saranno Lodi?

By
Pubblicato: 11:00 - 18 maggio, 2017


Stefano Auteri

Stefano Auteri

RESPONSABILE

Abile penna motivata e passionale, muove i primi passi con siti nazionali votati al Calciomercato. Oggi è responsabile di redazione, editorialista nonchè collaboratore anche con testate nazionali come GQ Italia.
In radio mostra una conduzione elegante e professionale.
Stefano Auteri

La prima novità in entrata del prossimo mercato è rappresentata da un nome già inflazionato nel corso della sessione invernale: Francesco Lodi. Ovviamente non c’è l’ufficialità, ma le parole del Direttore Lo Monaco di qualche settimana fa non lasciano dubbi: “Lodi sarà il primo rinforzo, è come un figlio per me”. Il figliol prodigo dunque torna a casa (per la seconda volta), ma con quali prospettive?

Partiamo da un dato lapalissiano: fare meglio di Scoppa non sarà di certo difficile ed il Catania ha bisogno di un regista che faccia girare la sfera e che sia in grado di verticalizzate. La capacità di Lodi di giocare “ad un tocco” permetterebbe di velocizzare la manovra etnea e non dimentichiamo la pericolosità del numero 10 su palla inattiva, una soluzione sfruttata quest’anno col contagocce. Detto ciò è necessario sottolineare come non sia bastevole un solo uomo, perchè senza il movimento e l’aggressione degli spazi si conclude poco.

In Lega Pro la tecnica è utile ma non ti fa vincere da sola il campionato. Indispensabili sono corsa e dinamismo. Diciamo che queste caratteristiche non sono mai state il marchio di fabbrica del centrocampista campano che nella mediana a tre avrà bisogno di avere al suo fianco compagni disposti a correre anche per lui.

Pro e contro dunque con altre due incognite: la sindrome della “minestra riscaldata” ed il lungo periodo di assenza dalle gare ufficiali. Il primo potrebbe essere un dato relativo, più sensazionalistico che altro, il secondo invece è un dato di fatto che forse renderà necessario un periodo iniziale di rodaggio. Fiducia, ma anche analisi dei potenziali rischi, con la consapevolezza che il vero Lodi farebbe certamente la differenza.