960x135catanistafbENJOYstarREMAXHONDAmazdatwit

Mercato Catania: difesa quasi ultimata, poi si penserà alla punta

By
Pubblicato: 19:56 - 30 giugno, 2017


Il mercato non si è ancora aperto ufficialmente ma il Catania si sta muovendo con largo anticipo, in modo da programmare al meglio la prossima stagione per provare finalmente a disputare un campionato di alto livello. Dopo aver scelto il tecnico nei primi di Giugno, la società etnea ha poi messo a segno tre colpi per iniziare a sistemare la squadra. Il primo acquisto è stato un ritorno, nello specifico quello relativo a Francesco Lodi, la cui ultima squadra è stata l’Udinese e che è tornato ai piedi dell’Etna con l’intenzione di prendere in mano i compagni e mettere a disposizione di tutti la sua enorme esperienza. E’ stato poi il turno di Cristian Caccetta, centrocampista classe ‘86 proveniente dal Cosenza, con cui ha disputato un’ottima stagione in Lega Pro realizzando 6 reti e 1 assist. Con questi due innesti e il rientro di Silva (se resterà), insieme a Biagianti, il centrocampo etneo si candida ad essere uno dei migliori di tutta la categoria. Terza ufficialità registrata invece nel reparto difensivo, con l’acquisto a titolo definitivo di un altro ex Cosenza, Luca Tedeschi, difensore centrale con due gol all’attivo nelle 35 presenze messe a segno nella passata stagione.

Il pacchetto arretrato dovrebbe arricchirsi, a meno di clamorosi retroscena, di ulteriori due pedine: il primo nome è quello di Raffaele Alcibiade, difensore centrale della Paganese che all’occorrenza può ricoprire anche il ruolo di terzino destro, per il quale l’ufficialità è attesa nel corso del week end. Il secondo è Matteo Bachini del Tuttocuoio, 33 presenze e 1 gol nella passata stagione e classe ‘95, perfetto quindi anche per quanto riguarda la questione “under”.

Per quanto riguarda l’attacco tiene sempre banco la pista che porta a Rachid Arma, attaccante classe 1985 del Pordenone in grado di realizzare 17 reti in 35 presenze nello scorso campionato. Resta in piedi anche la suggestione Luigi Castaldo, punta dell’Avellino, il cui ostacolo maggiore sembra però essere rappresentato dall’ingaggio.

Per quanto riguarda le uscite, oltre a chi ha già salutato Catania (Gil, Bergamelli, Di Cecco e, a fine prestito, Fornito, Baldanzeddu e Tavares) si apprestano a fare le valigie anche Silva, in orbita Parma fresco di promozione in serie B, insieme probabilmente a Scoppa, nonostante non siano pervenute ancora offerte per il regista argentino. In uscita anche Demiro Pozzebon, che chiuderà la sua esperienza etnea dopo soli sei mesi e Andrea Russotto. Attenzione poi alla situazione relativa a Caetano Calil, il cui alto ingaggio spaventa non poco tutte le pretendenti che per lui hanno mostrato interesse.