Mercato Catania: mediani in movimento

By
Pubblicato: 13:15 - 1 luglio, 2017


Antonio Torrisi

EDITORE

Fautore del calcio "romantico", si appassiona al mondo del giornalismo sportivo sin da piccolo, seguendo le telecronache in TV e iniziando così a coltivare il sogni di essere, un giorno, in cabina di commento in occasione di una finale di Champions League.
Dal 2014 inizia a collaborare con diverse redazioni sportivo e non, quali SpazioJuve, Sudpress e Siciliajournal, nutrendo una grande passione anche per la politica e per i suoi relativi meccanismi. Dal 2015 entra a far parte di Catanista, avventura che lo porta ad esordire persino in radio: altro sogno nel cassetto, conservato da bambino.

Oh, finalmente: dopo un mese di trattative sotto traccia, alcune delle quali ancora da formalizzare e ufficializzare, inizia il calciomercato. La priorità in casa Catania, è stato detto tante volte, è sì la difesa, ma più in generale la costruzione di una squadra all’altezza da consegnare al nuovo allenatore Cristiano Lucarelli. Uno dei punti focali dei due mesi di affari e offerte, nonché anello debole della scorsa stagione, sarà il centrocampo: sì, perché questo sarà anche e soprattutto il periodo dei “mediani in movimento”. Che ne sarà di Federico Scoppa e di Saro Bucolo? E di Silva?

Tralasciando le definizioni e i nomi, l’anima di una formazione è quel cuore che batte in mezzo al rettangolo di gioco, anche polmone, a volte, quando bisogna dar respiro in certe partite chiuse. Gli arrivi di Ciccio Lodi e Cristian Caccetta vengono incontro alle esigenze di una linea mediana con più qualità, ma tante rimangono le incognite legate al mercato: facciamo ordine. L’argentino quasi certamente andrà via: la destinazione potrebbe essere neanche tanto lontana da Catania. Anzi: autostrada per Siracusa, uscita Lentini. Nulla di concreto, per il momento, ma la Sicula Leonzio potrebbe essere l’oasi giusta per Scoppa: una neopromossa che gioca, tra l’altro, un buon calcio, senza molte pressioni. E’ la sfida adatta: discorso diverso, invece, per Bucolo. Per aprire la parentesi relativa al catanese bisogna prima parlare di Silva: è stato chiaro il ds del Parma, Daniele Faggiano, ai nostri microfoni. Il brasiliano piace e durante la prossima settimana il direttore ex Trapani incontrerà Pietro Lo Monaco: se la cifra messa sul piatto dovesse convincere la società rossazzurra, il Catania dovrà correre ai ripari sul mercato.

E lì sono due le vie: o si cerca un nuovo elemento, o si fanno le giuste valutazioni sullo stesso Bucolo, che non è detto che parta, naturalmente con carta e penna e la lista Under e Over a portata di mano. Anche perché, sia Silva che il giocatore etneo possono ricoprire il ruolo di vice-Lodi: il primo, tra l’altro, lo ha già fatto con Lucarelli al Messina. Insomma, se per le punte si usa la parola “valzer”, qui si può benissimo parlare di “mediani in movimento”, in attesa della giusta collocazione.