960x135catanistafbENJOYstarREMAXHONDAmazdatwit

Parte il ritiro, Lucarelli: “Pomeriggio parlo ai ragazzi. Su Pozzebon…”

By
Pubblicato: 14:53 - 14 luglio, 2017


Antonio Torrisi

EDITORE

Fautore del calcio "romantico", si appassiona al mondo del giornalismo sportivo sin da piccolo, seguendo le telecronache in TV e iniziando così a coltivare il sogni di essere, un giorno, in cabina di commento in occasione di una finale di Champions League.
Dal 2014 inizia a collaborare con diverse redazioni sportivo e non, quali SpazioJuve, Sudpress e Siciliajournal, nutrendo una grande passione anche per la politica e per i suoi relativi meccanismi. Dal 2015 entra a far parte di Catanista, avventura che lo porta ad esordire persino in radio: altro sogno nel cassetto, conservato da bambino.

Parte oggi il ritiro del Catania, tra sorrisi e volti nuovi: intervenuto ai microfoni di Ultima TV, l’allenatore rossazzurro, Cristiano Lucarelli, ha parlato della prossima stagione e non solo.

RITIRO – “Le temperature? Qui fa molto caldo, ma le temperature sono alte in tutta Italia. Almeno così ci adattiamo al clima d’inizio campionato. Lo Monaco ha fatto un discorso a tutti i giocatori, io parlerò loro pomeriggio. Da oggi tutti noi dobbiamo pensare al Catania, lasciando fuori ogni forma di egoismo. Qual è il nostro obiettivo? Lo conosciamo, ma non diciamo nulla. Non mi va di fare proclami.”

MERCATO – “Mercato? Chi arriva deve essere da Catania: d’ora in poi si ragiona con i fatti. A centrocampo siamo quasi al completo, ma vedremo se verrà ceduto qualcuno. Priorità a due difensori e un attaccante, ma tutti devono segnare: ogni reparto ci deve dare almeno 35 gol. La trattativa per Arma? E’ il profilo adeguato, ma conterà il gruppo. Pozzebon? Sa bene cosa pretendo io: se ha l’atteggiamento giusto io non vorrò mandarlo via.”