Gira la ruota… Chi resterà?

By
Pubblicato: 14:52 - 15 luglio, 2017


Stefano Auteri

Stefano Auteri

RESPONSABILE

Abile penna motivata e passionale, muove i primi passi con siti nazionali votati al Calciomercato. Oggi è responsabile di redazione, editorialista nonchè collaboratore anche con testate nazionali come GQ Italia.
In radio mostra una conduzione elegante e professionale.
Stefano Auteri

Grande viavai e porte girevoli in casa Catania per quanto riguarda il mercato in uscita con tante operazioni da definire in tempi relativamente brevi. Una necessità non solo per le casse (limitare il monte ingaggi sarebbe importante), ma anche per la regola degli ‘Over’ con i 14 posti a disposizione che saranno occupati solamente da elementi ritenuti davvero utili alla causa. Ecco perchè in questo momento i nomi in uscita si dividono in due categorie: quelli con il trolley pronto e quelli che ancora non hanno del tutto liberato l’armadio.

Sicuri partenti – In questa categoria, tenendo presente che nel calciomercato non c’è niente di ‘sicuro’, rientrano Calil, Scoppa e Barisic. Per il primo la difficoltà principale potrebbe riguardare il mercato che gira intorno al suo nome dopo due stagioni davvero deludenti. Proprio per questo motivo non si può escludere la risoluzione del contratto, nonostante la ritrosia dell’attaccante. Scoppa è stato accostato a numerose squadre, fra cui la Sicula Leonzio, ma per adesso non ci sarebbe nulla di concreto. Attenzione all’ipotesi scambio, la stessa che verrà perseguita per Barisic. L’attaccante infatti potrebbe rientrare nell’affare Aya, vestendo la maglia della Fidelis Andria, resta da capire la modalità del trasferimento (prestito-definitivo).

Forse… – A rimanere in bilico sono due fra i giocatori più discussi della passata stagione: Russotto e Pozzebon. I mugugni nei loro confronti derivano dalle potenzialità che si sono solamente intraviste, ma sicuramente presenti. Per Russotto si era fatto avanti il Padova proponendo uno scambio con Alfageme che però non convince. Altre squadre sembrano essere interessate, ma ad oggi la sua posizione rimane in bilico con una percentuale seppur piccola di possibile permanenza. Diverso il discorso per Pozzebon. Il Direttore Lo Monaco lo aveva inserito fra i sicuri partenti, mentre Lucarelli lo ha in parte confermato offrendogli una possibilità. Ecco perchè ad oggi ci sembra giusto considerarlo come un punto interrogativo, che potrebbe trasformarsi in un sicuro partente se dovesse arrivare l’offerta giusta.