Tommasi contro il limite agli Over 23, rischio sciopero in serie C

By
Pubblicato: 21:00 - 24 luglio, 2017


Forte presa di posizione dell’Associazione Italiana Calciatori (AIC), schieratasi apertamente contro la riduzione del numero di Over 23 permessi in lista per le squadre che disputeranno il prossimo campionato di serie C. La nuova normativa, che impone il tetto massimo di 14 “Over”, un fidelizzato, un “bandiera” e un Over 23 proveniente dal settore giovanile, è stata definito <<un grave errore, un passo indietro pericoloso>> dal presidente Damiano Tommasi.

L’ex calciatore della Roma e della Nazionale ha voluto far presente come un limite di 16 “Over” in lista, più ulteriori due tra fidelizzati e bandiera, fosse un giusto compromesso tra le esigenze delle diverse parti coinvolte, sia sotto il profilo della gestione dei costi che su quello della valorizzazione del settore giovanile.

<<Come si può pensare ad un movimento in crescita senza poi avere la possibilità di programmare? – si domanda il presidente dell’Aic – chi l’anno scorso ha firmato un biennale o un triennale per dare continuità a un progetto tecnico non dovrebbe ricalibrare tutto ogni sei mesi. Il presidente Gravina ha lavorato molto per rendere il campionato di serie C un vero spettacolo sportivo, non faccia passi indietro che potrebbero rischiare di portarci sul tapis roulant della vecchia Lega Pro. Il tempo per ricalibrare tutto c’è, le occasioni non mancano; bisogna compiere passi decisi in avanti, per dare uns senso al campionato di serie C>>.

Il presidente Tommasi non esclude poi l’ipotesi di ricorso a decise forme di protesta come lo sciopero: <<La stagione 2016/2017 è stata la più bella degli ultimi anni per il mix tra giovani ed esperti che si era creato, con le grandi piazze nuovamente protagoniste in una competizione sempre più equilibrata. Poi arriva l’assemblea di fine anno e si parla di “troppi Over 23 nelle squadre”. A fine Aprile avevamo sottolineato l’errore di un eventuale passo indietro in Lega Pro, speriamo si possa porre un rimedio>>.