E’ ancora calciomercato: su Calil la Vibonese, ma accetterà?

By
Pubblicato: 19:10 - 5 settembre, 2017


Antonio Torrisi

EDITORE

Fautore del calcio "romantico", si appassiona al mondo del giornalismo sportivo sin da piccolo, seguendo le telecronache in TV e iniziando così a coltivare il sogni di essere, un giorno, in cabina di commento in occasione di una finale di Champions League.
Dal 2014 inizia a collaborare con diverse redazioni sportivo e non, quali SpazioJuve, Sudpress e Siciliajournal, nutrendo una grande passione anche per la politica e per i suoi relativi meccanismi. Dal 2015 entra a far parte di Catanista, avventura che lo porta ad esordire persino in radio: altro sogno nel cassetto, conservato da bambino.

Le spiegazioni sono arrivare, il racconto dell’ad Pietro Lo Monaco parla chiaro: Caetano Calil è un peso troppo grosso per le casse del Catania, ma se non è stato ceduto è stato soltanto per volere del giocatore. “Al signor Calil sta bene così: viene qua e si tiene il fisico perfetto, prendendo lo stipendio. E noi non abbiamo parole. O vuoi fare un danno al Catania o hai deciso di smettere di giocare”, queste le parole del direttore intervenuto in conferenza stampa nelle scorse ore.

Come affermato dallo stesso Lo Monaco, infatti, il brasiliano aveva promesso di andarsene e accettare le offerte ricevute, ma così non è stato: alcune delle squadre che si sono fatte avanti per lui sono state il Monza, la Sambenedettese, il Catanzaro e nell’ultima ora di mercato anche la Sicula Leonzio. C’è, però, ancora un club che può fare trasferimenti in Serie C: è il caso della Vibonese che, se dovesse essere riammessa, potrà usufruire di qualche giorno per acquistare altri elementi da aggiungere in rosa. E la società del presidente Caffo ha richiesto espressamente Calil: “Ma lui accetta Vibo secondo voi?”, è la domanda posta da Lo Monaco. Il Catania, dal canto suo, come avvenuto a fine mercato, si è resa disponibile ad un “incentivo per l’esodo”, pagando anche qualcosa, pur di liberare il giocatore che, attualmente fuori rosa, pesa sulle casse rossazzurre a causa del suo stipendio da 180 mila euro. Insomma, ecco l’ennesima proposta recapitata all’attaccante brasiliano: ci sarà un atto di responsabilità o rimarrà in quel di Torre del Grifo?