Top player, Russotto: la serenità del folletto devastante

By
Pubblicato: 10:00 - 11 settembre, 2017


Stefano Auteri

Stefano Auteri

RESPONSABILE

Abile penna motivata e passionale, muove i primi passi con siti nazionali votati al Calciomercato. Oggi è responsabile di redazione, editorialista nonchè collaboratore anche con testate nazionali come GQ Italia.
In radio mostra una conduzione elegante e professionale.
Stefano Auteri

La ‘scheggia impazzita’ è tornata, ma con un pizzico di follia in meno e po’ di concretezza ritrovata. Andrea Russotto è stato senza dubbio il mattatore del match di Sabato contro il Lecce, risultando a tratti davvero incontenibile per la difesa salentina che è ricorsa al fallo sistematico. Con, o senza il gol, il numero sette ha dimostrato di essere l’uomo più in forma degli etnei in una veste da trascinatore che gli calza a pennello.

La nuova posizione in campo, da seconda punta, sicuramente è stata un toccasana per Russotto che ha la possibilità di svariare su tutto il fronte offensivo trovandosi comunque a ridosso dell’area di rigore, con la possibilità di affondare o di assistere i compagni. In qualche circostanza avrebbe potuto fare di più (soprattutto qualche cross dal fondo troppo sul portiere), ma la sua costante capacità di creare scompiglio, alla lunga, ha mandato in tilt gli avversari.

La crescita più importante, però, potrebbe essere arrivata dal punto di vista mentale. La rissa scoppiata sul finire del primo tempo lo aveva visto protagonista, ed in molti erano pronti a scommettere sul rientro in campo di un Russotto nervoso e scorbutico. Così non è stato, ed è forse questa la notizia più importante della serata, più dei dribbling e del gol. Del resto Russotto tecnicamente non si discute, ma il vero passo in avanti arriverà quando sarà capace di controllare totalmente se stesso nelle dinamiche insidiose della partita. Ricerca della continuità, è questa la parola d’ordine per il folletto rossazzurro, nella speranza che quella contro il Lecce sia solo la prima di una serie di prestazioni esaltanti.