Siracusa – Catania 0-1, Lodi, Mazzarani e Pisseri convinti: “Vinto da squadra, oggi ambiente difficile”

By
Pubblicato: 23:36 - 14 ottobre, 2017


Catania corsara a Siracusa grazie alla rete di Andrea Mazzarani, la seconda in campionato, e rossazzurri che conquistano la sesta vittoria consecutiva in campionato raggiungendo quota 650 minuti di imbattibilità, centrando la sesta partita senza subire gol. Nel post gara hanno parlato i due centrocampisti etnei, Francesco Lodi e il match winner Andrea Mazzarani, insieme a un altro dei protagonisti di inizio di stagione del Catania, il portiere Matteo Pisseri, oggi purtroppo vittima di episodi che superano il limite della decenza.

<<Mi dispiace di aver sbagliato il rigore – ha commentato il numero 10 etneo -, ho fatto soffrire compagni e tifosi e chiedo scusa a tutti per l’errore dal dischetto. Il Catania è una squadra importante che sa come affrontare questo campionato e come scendere in campo contro i suoi avversari. Il Siracusa non ha creato molte occasioni, noi siamo stati bravi a contenerli e a colpirli nel momento giusto. Abbiamo festeggiato sotto la curva per fare un gesto rivolto ai nostri tifosi, che ci sostengono sempre. Questa squadra ha dimostrato di sapersi adattare, nella ripresa abbiamo cambiato modulo così da trovarci in uno contro uno e da poter vincere i duelli. Ci godiamo questa vittoria e da lunedì penseremo alla Sicula Leonzio>>.

Della stessa opinione Andrea Mazzarani, alla sua seconda rete stagionale: <<Quella di oggi è stata una partita difficile – ha commentato il match winner – ma noi abbiamo saputo soffrire fino in fondo, contro una squadra che è stata aggressiva e fisica fin dai primi minuti. Nel primo tempo forse eravamo leggermente sotto ritmo, nella ripresa abbiamo cambiato modulo e i risultati si sono visti fin da subito. Dopo il gol siamo stati bravi a mantenere il risultato e abbiamo portato a casa i tre punti. Mi piace giocare in maniera più offensiva ma sono al servizio della squadra, sono contento per il gol che ci permetterà di affrontare una settimana tranquilla. Eravamo preparati, ci aspettavamo un ambiente caldo ma certi episodi vanno oltre il calcio, sono cose che non dovrebbero mai accadere. Sappiamo di essere a un punto dal Lecce, ma noi dobbiamo continuare sulla nostra strada e pensare partita dopo partita>>.

Ancora sconvolto da quanto accaduto, invece, Matteo Pisseri, come ha detto nel dopo partita: <<Partiamo dalla vittoria che è stata molto importante – ha affermato l’estremo difensore etneo – ma dobbiamo continuare a lavorare perchè possiamo fare ancora meglio. Riguardo a quanto è accaduto purtroppo non c’è molto da dire, sono stati tirati dei calcinacci verso di noi e uno mi ha colpito. Per fortuna non sono stato colpito in testa, perchè altrimenti non so se sarei stato qui a raccontarlo. Abbiamo sofferto in qualche circostanza ma niente di che, in futuro dovremo essere meno timorosi ma l’importante era portare a casa i tre punti, anche perchè loro avevano soltanto l’intenzione di fare a botte e non di giocare a calcio. Se vogliono fare la guerra la faremo, noi siamo pronti a giocare a calcio contro chiunque ma se vogliono metterla su altri aspetti allora saremo pronti a tutto>>.