Top Player: Curiale e la sua voglia di incidere

By
Pubblicato: 10:49 - 5 novembre, 2017


Stefano Auteri

Stefano Auteri

RESPONSABILE

Abile penna motivata e passionale, muove i primi passi con siti nazionali votati al Calciomercato. Oggi è responsabile di redazione, editorialista nonchè collaboratore anche con testate nazionali come GQ Italia.
In radio mostra una conduzione elegante e professionale.
Stefano Auteri

Undici presenze in campionato e cinque gol. Dopo la doppietta contro il Bisceglie i numeri di Davis Curiale iniziano a fare sorridere, ma ciò che rende maggiormente soddisfatti, oltre ai gol, è la sensazione che l’attaccante sia ritornato sui suoi standard di rendimento. Già con la Reggina si era avuto un primo assaggio del miglioramento delle condizioni del numero undici, con il Bisceglie è arrivata la conferma.

Una zampata da uomo d’area di rigore ed un colpo di testa in sospensione davvero di pregevole fattura. Insomma una parte dell’ampio repertorio di un giocatore capace di mettere in ambasce le difese avversarie tecnicamente, ma anche mentalmente grazie alla sua natura di combattente (emblematica la corsa ad inizio partita per pressare con risultato la difesa pugliese).

Bisognava aspettarlo, e adesso l’ex Trapani sta rispondendo presente, come ammesso dallo stesso in conferenza stampa quando ha detto di essere ritornati ai livelli di Frosinone. La grinta, del resto, c’è sempre stata, ma è aumentata la dose di cinismo e di presenza in area di rigore, forse favorita anche dalla densità offensiva con cui il Catania si è presentato nella metà campo avversaria nelle ultime due partite. Bene così dunque, in attesa del compagno di reparto, Fracncesco Ripa, definito da Curiale “il vero bomber della squadra”, nel frattempo Lucarelli si gode il uso numero undici e i suoi gol pesanti.