Avversario: il discontinuo Catanzaro di Dionigi alla prova Massimino

By
Pubblicato: 10:45 - 9 novembre, 2017


Stefano Auteri

Stefano Auteri

RESPONSABILE

Abile penna motivata e passionale, muove i primi passi con siti nazionali votati al Calciomercato. Oggi è responsabile di redazione, editorialista nonchè collaboratore anche con testate nazionali come GQ Italia.
In radio mostra una conduzione elegante e professionale.
Stefano Auteri

Dopo il successo di Pagani, il Catania è pronto a tornare nuovamente al Massimino dove domenica ospiterà la squadra più altalenante del campionato: il Catanzaro. La formazione giallorossa, infatti, ha dimostrato di non avere trovato ancora il filo conduttore in questo avvio di campionato nonostante una rosa di primo livello e tante aspettative da parte della piazza. 15 i punti ottenuti in campionato frutto di 4 vittorie, 3 pareggi e 5 sconfitte, con 14 gol siglati e 15 subiti.

Un ruolino di marcia non esaltante per una squadra che attualmente occupa l’undicesimo posto in classifica a ridosso dai play off, ma che dopo un’astinenza di cinque partite ha ritrovato il successo contro il Monopoli. Un andamento sottotono, soprattutto vista la rosa a disposizione con nomi del calibro di Cunzi, Infantino e Onescu (squalificato quest’ultimo contro il Catania) oltre agli ex di turno Falcone e Anastasi.

Alla guida c’è una vecchia conoscenza della Serie A, Davide Dionigi, allenatore preparato e molto attento soprattutto allo sfruttamento delle palle inattive, ma che dal suo arrivo ha ottenuto solamente una vittoria, quella contro il Monopoli, e 2 sconfitte e 2 pareggi. Il modulo utilizzato è il 3-4-3, ma attenzione alle possibili variazioni in corsa vista la duttilità di giocatori come Zanini, difensore goleador la scorsa stagione, e Letizia, attaccante esterno che può giocare anche da seconda punta alle spalle del centravanti di ruolo. Una gara molto insidiosa dunque che il Catania dovrà interpretare nel migliore dei modi se vorrà trovare la terza vittoria consecutiva.