Top Player, Caccetta: scusate il ritardo…

By
Pubblicato: 10:10 - 13 novembre, 2017


Stefano Auteri

Stefano Auteri

RESPONSABILE

Abile penna motivata e passionale, muove i primi passi con siti nazionali votati al Calciomercato. Oggi è responsabile di redazione, editorialista nonchè collaboratore anche con testate nazionali come GQ Italia.
In radio mostra una conduzione elegante e professionale.
Stefano Auteri

Chi manca all’appello? Eccomi, scusate il ritardo, sono Caccetta la bestia nera del Catanzaro. Il dodicesimo uomo ad andare in gol in questa stagione in maglia rossazzurra è l’ex centrocampista del Cosenza che quando vede davanti a sè il Catanzaro si esalta (lo scorso anno una doppietta all’andata), e ieri con la sua rete ha esaltato anche tutto il pubblico del Massimino. Un gol di rara importanza perchè consente agli etnei di rimanere nella scia del Lecce e di portare a casa tre punti in una gara sicuramente non semplice.

Una crescita esponenziale quella di Caccetta che, visto anche il fisico imponente, ha sofferto ad inizio anno una condizione fisica non ottimale risultando spesso avulso dal gioco. Adesso la sua presenza si sente, eccome, sia in fase di non possesso che con gli inserimenti nell’area avversaria. La sua competenza tattica, infatti, ha consentito anche domenica di sguinzagliare Lodi in pressing verticale arginando le catene avversarie e recuperando una grande quantità di palloni.

Caccetta ha dimostrato di essere un giocatore davvero prezioso, è questo l’aggettivo che identifica meglio l’apporto del centrocampista alla causa rossazzurra. E’ preziosa la sua corsa, è prezioso il suo “ripulire” i palloni, e domenica è stato oltremodo prezioso lo stacco e la parabola con cui ha superato Nordi. Serviva solo un po’ di pazienza e poi avremmo visto il vero Caccetta. Forse ancora non è neanche al cento per cento, perchè qualche meccanismo offensivo può essere migliorato, però è evidente l’importanza del contributo di un giocatore con queste caratteristiche in una stagione così lunga e complicata.