Il Duello – Lucarelli contro Auteri: carisma al potere. Il confronto “ai Raggi X”

By
Pubblicato: 11:20 - 7 dicembre, 2017


Antonio Torrisi

EDITORE

Fautore del calcio "romantico", si appassiona al mondo del giornalismo sportivo sin da piccolo, seguendo le telecronache in TV e iniziando così a coltivare il sogni di essere, un giorno, in cabina di commento in occasione di una finale di Champions League.
Dal 2014 inizia a collaborare con diverse redazioni sportivo e non, quali SpazioJuve, Sudpress e Siciliajournal, nutrendo una grande passione anche per la politica e per i suoi relativi meccanismi. Dal 2015 entra a far parte di Catanista, avventura che lo porta ad esordire persino in radio: altro sogno nel cassetto, conservato da bambino.

Di certo, tra le due panchine del Massimino, domenica non mancherà il carisma: da un lato un allenatore “che sta studiando per diventare grande”, come fece Simeone, dall’altro uno che fa dell’esperienza la sua arma vincente. Il “duello” tra Cristiano Lucarelli e Gaetano Auteri, allenatori di Catania e Matera, prossimi avversari del weekend, è già iniziato.

LUCARELLI VS AUTERI – Tra 4-3-3 e 3-4-3. Due filosofie differenti che si ritrovano, nonostante ciò, nel concetto di “squadra”: quella di domenica, infatti, sarà anche la sfida tra il “Noi” di Lucarelli, senza comandanti né soldati semplici, ma un solo grande organismo, e l’esercito del “Maestro” Auteri (lo chiamano così, lo sapete). Parola chiave? “Carisma”. Vengono da due momenti differenti, inutile dirlo: la sconfitta di Trapani consegna motivazioni importanti nelle mani dell’allenatore rossazzurro, pronto a sfruttare “l’onda Massimino” per tornare al successo, che non manca, invece, al Matera, che sta cercando di rimediare all’avvio di campionato non convincente. Il passato, per adesso, sorride ad Auteri: nei due confronti totali, il tecnico di Floridia ha collezionato una vittoria (per 5-1) e un pareggio (per 0-0) nella scorsa stagione. Ma il presente è un’altra storia: pagina bianca, tutta da scrivere.

LUCARELLI VS MATERA – I due precedenti citati corrispondono anche alle uniche due occasioni nelle quali Cristiano Lucarelli ha affrontato il Matera, entrambe sulla panchina del Messina nel campionato passato: alla sua terza gara con il club giallorosso, l’attuale allenatore del Catania, infatti, è riuscito a bloccare sul pareggio una squadra allora seconda in classifica, tra gli applausi generali. Prova che, visti anche i tanti problemi societari, non è riuscito a ripetere al ritorno, quando la rete di Da Silva non bastò ad evitare il 5-1 finale.

AUTERI VS CATANIA – Leggi “Pozzebon e Di Grazia”, pensi a quella notte perfetta di febbraio: è inevitabile. Leggendo più attentamente le statistiche, però, quello dell’ultimo vero Catania dello scorso anno (prima del crollo verticale) rimane l’unico successo contro Gaetano Auteri, “bestia nera”, in certo senso, dei rossazzurri: tre vittorie, due pareggi e una sola sconfitta nei sei precedenti contro l’attuale tecnico del Matera (nello specifico, Avellino-Catania 1-0 in C1 nel 2001/02; Catania-Crotone 0-0 nella Coppa Italia 02/03; Catania-Benevento 1-3 e Benevento-Catania 1-0 in Lega Pro nel 15/16; Matera-Catania 0-0 e Catania-Matera 2-0 nella passata stagione). Ma domenica Auteri troverà di fronte a sé un popolo più che una semplice squadra: un Massimino pronto a riprendere la marcia verso la vetta.