Top Player: Ripa c’è, doppietta scacciapensieri

By
Pubblicato: 12:51 - 18 dicembre, 2017


Stefano Auteri

Stefano Auteri

RESPONSABILE

Abile penna motivata e passionale, muove i primi passi con siti nazionali votati al Calciomercato. Oggi è responsabile di redazione, editorialista nonchè collaboratore anche con testate nazionali come GQ Italia.
In radio mostra una conduzione elegante e professionale.
Stefano Auteri

Toc Toc il mercato si avvicina e Francesco Ripa risponde. Una doppietta di rara importanza per sei miliardi di motivi rilancia in tutti i sensi il bomber rossazzurro che guadagna ovviamente la palma di migliore in campo nella gara contro il Rende. Il rientro dal primo minuto probabilmente ha fatto bene all’ex Juve Stabia che in coppia con Curiale nel 3-5-2 (ultima volta dall’inizio era successo contro la Sicula Leonzio), ha garantito finalmente presenza negli ultimi venti metri, ma non solo. Basti pensare all’azione dell’uno a zero, con Ripa in versione assistman. Spesso il centravanti rossazzurro si è abbassato per trovare palloni giocabili, sfuggendo alla marcatura dei difensori centrali.

Più mobilità dunque e più libertà nella zona offensiva, due aspetti che non sempre erano stati sfruttati da Ripa. Poi ovviamente c’è la doppietta che non solo è stata fondamentale nell’economia del risultato finale, ma ha permesso al giocatore di sbloccarsi mentalmente, scacciando speriamo per sempre un momento difficile sotto il profilo realizzativo. Lucarelli aveva affermato di riporre fiducia in Ripa, ma che non lo avrebbe aspettato in eterno, beh la fiducia è stata ripagata immediatamente.

Nella piazza etnei molti tifosi già parlavano di mercato, ponendo il nome di Ripa nella lista “uscite”, ma dopo la gara di Rende la sensazione è che qualcosa sia cambiato anche nella percezione generale. Del resto abbiamo imparato a conoscere questo folle campionato che offre opportunità di rinascita a chiunque, ma anche passi falsi imprevisti all’orizzonte. Adesso starà al mister decidere se puntare ancora sulla coppia Ripa-Curiale o pensare nuovamente al tridente, ma visto il feeling e la capacità realizzativa dimostrati nell’ultimo turno, la sensazione è che il tandem verrà riproposto anche nei prossimi appuntamenti prima della sosta.