Mixed-zone | Lucarelli: “Bravi tutti: questa squadra ormai ha la sua identità”

By
Pubblicato: 19:02 - 23 dicembre, 2017


Antonio Torrisi

EDITORE

Fautore del calcio "romantico", si appassiona al mondo del giornalismo sportivo sin da piccolo, seguendo le telecronache in TV e iniziando così a coltivare il sogni di essere, un giorno, in cabina di commento in occasione di una finale di Champions League.
Dal 2014 inizia a collaborare con diverse redazioni sportivo e non, quali SpazioJuve, Sudpress e Siciliajournal, nutrendo una grande passione anche per la politica e per i suoi relativi meccanismi. Dal 2015 entra a far parte di Catanista, avventura che lo porta ad esordire persino in radio: altro sogno nel cassetto, conservato da bambino.

Soddisfatto sì, ma con lo sguardo rivolto al futuro: mister Cristiano Lucarelli ha commentato così il successo del Catania contro il Fondi:

“Come dico sempre, i complimenti vanno fatti ai ragazzi: io mi limito a trovare le giuste misure per affrontare l’avversario. Poi loro sono bravi ad interpretare quello che vogliamo proporre: siamo stati una squadra matura e quadrata in due trasferte difficili, siamo stati letali quando dovevamo esserlo. E’ un percorso che va avanti di partita in partita: dobbiamo fare un ultimo sforzo contro la Casertana, poi potremo dare il giusto riposo a questi ragazzi. Spesso sono in città e parlo con i tifosi: poi bisogna lavorare, a differenza dei giocatori dobbiamo studiare sempre, ma sto a contatto con la piazza. Spero che nel mese di maggio abbia il tempo di visitare Catania come merita. Sono pignolo, ma positivo: mi aspettavo questa risposta dalla mia squadra perché so che quando ha questo tipo di rabbia e ferocia può battere chiunque. Poi è chiaro che c’è bisogno di regolarità per arrivare all’obiettivo finale, ma quando si gioca così per gli altri è durissima. Sono risposte importanti anche rispetto allo scorso anno. Questa squadra ha una sua identità ormai. Se arriva anche qualche favore dagli altri campi non dispiace, ma non ci dobbiamo aspettare nulla da nessuno. Abbiamo la nostra classifica.”