Probabile formazione: il Catania può contare sulla certezza 3-5-2

By
Pubblicato: 12:00 - 30 dicembre, 2017


Antonio Torrisi

EDITORE

Fautore del calcio "romantico", si appassiona al mondo del giornalismo sportivo sin da piccolo, seguendo le telecronache in TV e iniziando così a coltivare il sogni di essere, un giorno, in cabina di commento in occasione di una finale di Champions League.
Dal 2014 inizia a collaborare con diverse redazioni sportivo e non, quali SpazioJuve, Sudpress e Siciliajournal, nutrendo una grande passione anche per la politica e per i suoi relativi meccanismi. Dal 2015 entra a far parte di Catanista, avventura che lo porta ad esordire persino in radio: altro sogno nel cassetto, conservato da bambino.

Ultima gara del 2017, per chiudere l’anno solare con il sorriso: il Catania si prepara alla sfida contro la Casertana con pochi dubbi di formazione e una certezza, quella coesione di gruppo che ha permesso ai rossazzurri di lottare per i primi posti del Girone C.

D’altra parte, sta tutto nella decisione degli indisponibili di seguire i compagni convocati in ritiro pre-partita: ricordate la prima conferenza di mister Cristiano Lucarelli? Il “Noi” prima di tutto, e così è stato. Prima di poter salutare il 2017, però, bisognerà superare l’ostacolo Casertana: scoglio da affrontare con un’altra certezza, il 3-5-2 “autore” (in un certo senso) delle ultime due vittorie in trasferta e della “rinascita” di Francesco Ripa. Che formazione sarà, quindi, quella schierata questo pomeriggio al Massimino? Davanti a Pisseri dovrebbe essere confermata la stessa linea difensiva vista a Fondi, con Marchese, Tedeschi e Aya, data l’assenza di Bogdan. In mediana, invece, dovrebbe toccare a Bucolo sostituire lo squalificato Biagianti, con Lodi tornato tra i disponibili, ma da non rischiare. Ballottaggio Caccetta-Fornito per una maglia da titolare, con quest’ultimo autore di buone prestazioni nelle scorse settimane. E sulle corsie? Si potrebbe optare per la riconferma, anche in questo caso, di Semenzato a sinistra ed Esposito a destra, ma non è da escludere l’impiego di Di Grazia, tornato tra i convocati.

Da valutare, inoltre, le condizioni di Andrea Mazzarani, che ha spiegato di avere un fastidio al ginocchio che si presenta frequentemente: in avanti nessun dubbio. Sia Ripa che Curiale in settimana hanno lavorato a parte, ma nulla di preoccupante: il resto lo diranno il campo e le scelte ufficiali di mister Cristiano Lucarelli.