La serie B passa dal Massimino, il Catania in casa non può più sbagliare

By
Pubblicato: 11:30 - 23 gennaio, 2018


Missione compiuta: il Catania è riuscita a superare l’esame del Via del Mare di Lecce costringendo i padroni di casa al pareggio, mantenendo invariato il distacco in classifica e conservando il vantaggio nel doppio scontro diretto.

All’ottima prova in casa dei salentini, però, adesso va data continuità di risultati specialmente in casa, in quell’Angelo Massimino che è stata roccaforte fino all’anno scorso ma che quest’anno ha visto i rossazzurri lasciare per strada troppi punti, Sicula Leonzio e Casertana su tutte.

Il Lecce ha dimostrato di essere squadra quadrata e di ottima qualità, particolarmente restia a perdere ma, allo stesso tempo, piuttosto propensa al pareggio (già sette le “x” giallorosse in campionato), segno questo di come anche l’attuale capolista del girone C abbia lasciato diversi punti contro le medio-piccole del campionato.

Per questo il Catania, da adesso, ha pochi altri jolly da potersi giocare; a cominciare dalla gara di domenica contro la Virtus Francavilla, al Massimino, per iniziare la rincorsa alla vetta e non avere rimpianti futuri, come troppe volte già accaduto nel corso del torneo. Quattro punti in quindici giornate, un margine certamente ampio ma non per questo impossibile da accorciare, a patto adesso di mantenere alto il rendimento casalingo, paradossalmente inferiore a quello fatto registrare in trasferta.

Francavilla e Cosenza in casa, Andria e Monopoli fuori, poi il turno di riposo; quattro gare in cui la squadra di Lucarelli deve raccogliere il maggior numero di punti possibile, sperando in qualche passo falso dei ragazzi di Liverani, per non lasciare nulla di intentato in vista di un finale di campionato ancora tutto da scrivere, con la consapevolezza di aver dimostrato, proprio sul campo del Lecce, di essere probabilmente la squadra più completa e solida dell’intero girone.