Mixed-zone | Le parole di Rizzo, Fornito e Tedeschi

By
Pubblicato: 23:46 - 29 gennaio, 2018


Antonio Torrisi

EDITORE

Fautore del calcio "romantico", si appassiona al mondo del giornalismo sportivo sin da piccolo, seguendo le telecronache in TV e iniziando così a coltivare il sogni di essere, un giorno, in cabina di commento in occasione di una finale di Champions League.
Dal 2014 inizia a collaborare con diverse redazioni sportivo e non, quali SpazioJuve, Sudpress e Siciliajournal, nutrendo una grande passione anche per la politica e per i suoi relativi meccanismi. Dal 2015 entra a far parte di Catanista, avventura che lo porta ad esordire persino in radio: altro sogno nel cassetto, conservato da bambino.

Intervenuti al termine di Catania-Virtus Francavilla, Rizzo, Fornito e Tedeschi hanno commentato la gara del Massimino.

RIZZO – “Sono molto contento di giocare nel Catania e lotterò fino alla fine del campionato, è stato emozionante esordire al Massimino. Se c’è qualcuno al quale mi ispiro? Da piccolo mi chiamavano Gattuso a Reggio, ma mi piace molto De Rossi.”

FORNITO – “Ci mancava un po’ questo carattere da operai, ma questo ci serve per il prosieguo della stagione. Sto bene, gli infortuni sono alle spalle, mi sento in forma anche mentalmente e spero che la stagione continui così.”

TEDESCHI – “Il gol? Fa parte del mestiere: oltre che difendere bisogna anche segnare a volte. Nel palleggio e nella manovra abbiamo peccato qualcosa e abbiamo fatto fatica ad accorciare sugli uomini, siamo stati un po’ in difficoltà. Nel secondo tempo meglio, ma dobbiamo correggere ancora qualcosa.”