Alla ricerca del gol perduto, il Catania ha bisogno del suo centravanti

By
Pubblicato: 16:33 - 28 febbraio, 2018


A distanza di quasi due settimane, dopo una delle sconfitte più ampie della storia recente del Catania, a cui si sono susseguite dichiarazioni su dichiarazioni, i rossazzurri tornano in campo sabato, al Massimino, dove ad attenderli ci sarà il Siracusa di Paolo Bianco.

Ancora in attesa di capire quando Cristiano Lucarelli potrà nuovamente far affidamento su Caccavallo e Russotto, con quest’ultimo che pare sia vicino al rientro, la gara con gli aretusei dovrà sarà l’occasione adatta per tornare a veder segnare quello che, ad oggi, è il capocannoniere degli etnei.

Davis Curiale, ex centravanti del Trapani, è fermo a quota 9 reti ormai da diverse partite, dopo un girone di andata da assoluto protagonista in cui sembrava poter diventare quella punta da 15-20 reti che in società cercavano da diversi anni.

Il rendimento del ragazzo originario di Colonia, però, è lentamente sceso specialmente al giro di boa, al netto dell’unica rete siglata dal numero 11 dei rossazzurri nella trasferta a Fondi, in cui ha anche realizzato l’assist per il gol del 3-0 di Francesco Ripa.

Da quel momento, come detto, cinque partite senza gol (escludendo quella di Lecce, saltata per squalifica dopo il giallo rimediato contro la Casertana); un “bottino” estremamente scarno per un attaccante che, con i suoi gol, aveva contribuito in maniera attiva al campionato da vertice del Catania e che adesso, nel derby e davanti al proprio pubblico, avrà la possibilità di ritrovare quella rete che possa sbloccarlo, nella speranza di tornare presto a vederlo esultare sotto le curve del Massimino e non solo.