Mixed-zone | Lucarelli: “Dobbiamo essere più killer. Curiale? Non mi meraviglia”

By
Pubblicato: 17:22 - 18 marzo, 2018


Antonio Torrisi

EDITORE

Fautore del calcio "romantico", si appassiona al mondo del giornalismo sportivo sin da piccolo, seguendo le telecronache in TV e iniziando così a coltivare il sogni di essere, un giorno, in cabina di commento in occasione di una finale di Champions League.
Dal 2014 inizia a collaborare con diverse redazioni sportivo e non, quali SpazioJuve, Sudpress e Siciliajournal, nutrendo una grande passione anche per la politica e per i suoi relativi meccanismi. Dal 2015 entra a far parte di Catanista, avventura che lo porta ad esordire persino in radio: altro sogno nel cassetto, conservato da bambino.

Intervenuto in mixed-zone al termine della gara contro la Reggina, mister Cristiano Lucarelli ha analizzato così la prova dei suoi:

“Sono soddisfatto dell’approccio, ma non ho preso bene l’atteggiamento dei miei ragazzi al termine del primo tempo, e nel finale tutti volevano far gol: quando stacchi la spina e subisci gol poi sono guai. Non possiamo permetterci di compromettere così la gara, ci deve servire da lezione, perché dobbiamo essere mentalmente più killer e non da gatto e topo. Curiale? Non ha segnato neanche su calcio di rigore, non mi meraviglio dei suoi 12 gol: sta facendo un grandissimo campionato, ma adesso più in generale con i campi asciutti potranno fare tutti la differenza. Il Trapani? Ci sta un rallentamento: ad esempio noi abbiamo fatto un punto in meno dell’andata, e questo perché in Serie C non è facile.”