Top Player: Lodi e il gol su azione, ennesimo tabù sfatato della stagione

By
Pubblicato: 13:20 - 16 aprile, 2018


Stefano Auteri

Stefano Auteri

RESPONSABILE

Abile penna motivata e passionale, muove i primi passi con siti nazionali votati al Calciomercato. Oggi è responsabile di redazione, editorialista nonchè collaboratore anche con testate nazionali come GQ Italia.
In radio mostra una conduzione elegante e professionale.
Stefano Auteri

Un gol su azione che mancava da tre anni, un’esultanza che invece questa stagione è stata messa in scena per ben sei volte. Francesco Lodi si conferma ancora una volta migliore in campo di un Catania che nel complesso ha meritato ampiamente la vittoria, nonostante l’ottimo approccio dell’Akragas soprattutto nella prima frazione. Un tabù sfatato, dunque, l’ennesimo che è caduto quest’anno, che riguardava la prolificità del numero dieci su azione visto che l’ultimo gol era stato firmato con la maglia del Parma contro l’Empoli nella stagione 2014/15; mentre per ritrovare l’ultimo in rossazzurro è necessario tornare indietro fino all’ultima giornata dell’anno precedente contro l’Atalanta. Insomma tanto tempo, cancellato però in un istante grazie al solito piattone mancino su assist di Curiale che non ha lasciato scampo a Vono.

Oltre al gol, Lodi si è reso protagonista anche di folate pericolose per vie centrali che hanno spezzato in due l’assetto difensivo avversario; e poi la splendida apertura con cui ha innescato la corsa di Manneh e dato il via all’azione dello 0-3. In versione mezzala il centrocampista campano sembra essere molto più pericoloso, trovandosi più vicino alla zona calda con la possibilità sia di cercare l’ultimo passaggio che di tentare la soluzione personale. Una nuova vita? Forse, sicuramente una soluzione innovativa trovata da Lucarelli che ha consentito al suo play maker di liberarsi parzialmente dal pressing avversario grazie alle rotazioni perfette messe in atto con gli altri interpreti della mediana.

Sesta rete stagionale dunque, anche se un altro dato impressionante riguarda gli assist, ben 9. Difficile pensare ad una doppia doppia in stile Lebron James, ma il campionato di Francesco Lodi, numeri alla mano, è sicuramente oltremodo soddisfacente alla faccia di chi pensava che potesse trovare delle difficoltà militando in una categoria inferiore o dovendo correre di più rispetto al passato. Il numero dieci trascina, gli altri rispondono presente, e adesso testa proiettata verso una delle gare più difficili della stagione, contro un Trapani fermato in casa dalla Fidelis Andria ma ancora voglioso di dire la propria almeno in chiave secondo posto.