Baronchelli a Catanista: “nei play off conta solo la testa. Per riprendersi c’è Lo Monaco”

By
Pubblicato: 09:59 - 3 maggio, 2018


Stefano Auteri

Stefano Auteri

RESPONSABILE

Abile penna motivata e passionale, muove i primi passi con siti nazionali votati al Calciomercato. Oggi è responsabile di redazione, editorialista nonchè collaboratore anche con testate nazionali come GQ Italia.
In radio mostra una conduzione elegante e professionale.
Stefano Auteri

Nel corso della puntata di ieri sera di Catanista News, in onda su Etna Radio, è intervenuto l’ex capitano rossazzurro, Giuseppe Baronchelli per parlare del momento vissuto dal Catania e dell’approccio giusto in ottica play off.

“Ripartire adesso non è sicuramente facile, ma il Catania ha il dovere di cercare di ritrovare la giusta via. Il segreto per rialzarsi è usare bene la testa. I giocatori devono sentirsi onorati di indossare questa maglia e devono cercare di trasformare i ventimila del Massimino in energia positiva. Io mi ricordo che nel sottopassaggio quando sentivo lo stadio pieno mi gasavo e vedevo tremare alcuni avversari

“Forse in passato il contatto quotidiano che c’era con la tifoseria a Massannuziata era un aspetto positivo che oggi si è perso. Percepivi per tutta la settimana la passione e la presenza dei tifosi, oggi i giocatori si ritrovano la domenica catapultati davanti a migliaia di persone. Non lo so, forse anche questo è un aspetto da valutare, magari non per tutti, ma per le personalità più deboli sì”

“In ottica play off sono assolutamente d’accordo con il Direttore Lo Monaco, deve giocare chi ha più gamba e chi si dimostra pronto mentalmente. Se fossi costretto a scegliere negli spareggi preferirei barattare la tecnica con la testa. Sono partite secche in cui ci si guarda negli occhi e si capisce chi può essere della partita e chi no. Penso che l’esperienza di un uomo di calcio come Lo Monaco potrà essere determinante per riprendersi da questo momento complicato e vivere nel migliore dei modi la fase finale della stagione”