De Santis tocca a te…

By
Pubblicato: 10:23 - 16 novembre, 2016


Stefano Auteri

Stefano Auteri

RESPONSABILE

Abile penna motivata e passionale, muove i primi passi con siti nazionali votati al Calciomercato. Oggi è responsabile di redazione, editorialista nonchè collaboratore anche con testate nazionali come GQ Italia.
In radio mostra una conduzione elegante e professionale.
Stefano Auteri

Diciannove anni e non sentirli, Ivan De Santis è pronto, o meglio deve farsi trovare pronto, perchè domenica prossima contro la Virtus Francavilla con ogni probabilità scenderà in campo per la prima volta da titolare in campionato con la maglia del Catania. Il far west dell’ultimo turno e il doppio rosso sventolato a Bergamelli e Gil costringono Rigoli a trovare delle soluzioni alternative, e stando alle indicazioni delle ultime settimane la nuova coppia centrale potrebbe essere formata da Bastrini e, appunto, De Santis.

Attenzione però, non fatevi trarre in inganno dalla giovane età, il centrale rossazzurro è tutt’altro che acerbo o incline all’emozione. Il suo temperamento ed il suo essere glaciale pongono al riparo dal rischio del tanto temuto ‘eccesso di pressione‘. Del resto lo abbiamo già visto comandare la difesa in allenamento a Torre del Grifo, essere uno dei pochi a salvarsi in Coppa Italia con il Messina, ed entrare in campo col piglio giusto nel momento più teso della sfida con il Catanzaro.

Insomma De Santis potrebbe essere un predestinato, adesso non resta che aspettare il responso del campo, considerando ovviamente non la singola sfida come metro di giudizio ma lo spazio che riuscirà a ritagliarsi da adesso fino alla fine del campionato. Attenzione poi anche ad un’altra caratteristica del centrale che potrebbe far comodo agli etnei. Con le Primavera rossonera nelle ultime due stagioni De Santis ha messo a segno ben 13 reti dimostrando un ottimo tempismo negli inserimenti su palle inattive. Chissà che proprio domenica questa sua qualità non possa sbloccare il Catania nell’unica statistica ancora negativa, quella riguardante le zero reti siglate dal pacchetto difensivo e la sterilità su calcio piazzato.

Linea verde dunque ancora protagonista, con un Catania che a Francavilla potrebbe scendere in campo con 3/4 giocatori sotto i ventitrè anni. Coraggio e prospettiva per un tecnico che ha dimostrato di saper lavorare con i giovani facendoli crescere con calma e senza pressioni. Peccato che De Santis sia arrivato a Catania in prestito, ma il direttore Lo Monaco ha lasciato aperte le porte della speranza per il futuro.