Massimino come stai?

By
Pubblicato: 16:12 - 2 agosto, 2017


Stefano Auteri

Stefano Auteri

RESPONSABILE

Abile penna motivata e passionale, muove i primi passi con siti nazionali votati al Calciomercato. Oggi è responsabile di redazione, editorialista nonchè collaboratore anche con testate nazionali come GQ Italia.
In radio mostra una conduzione elegante e professionale.
Stefano Auteri

Catania cuoce sotto il sole, e se i cittadini possono trovare refrigerio alla Playa o alla scogliera, l’immobile Massimino non può far altro che soffrire e stringere i denti in vista dell’inizio della nuova stagione. I 36 gradi previsti per i prossimi giorni non lasciano ben sperare per un campo che ad oggi sembra essere in condizioni non ottimali e che rischia di infliggere una penalizzazione ad una squadra come il Catania, fra le più tecniche del girone.

Per preservare il manto erboso si è deciso di far slittare di una settimana la sfida di Coppa Italia contro la Sicula Leonzio, ma nel frattempo sarà il Milan insieme al Betis a calpestare il rettangolo verde. Da un lato un’operazione importante sotto il profilo mediatico e di marketing, dall’altro un’amichevole che lascia interdetti molti tifosi preoccupati per le condizioni del campo e non soddisfatti del rinvio della gara contro la Sicula Leonzio, visto che i rossazzurri saranno costretti a giocare una serie ravvicinata di gare a ridosso dell’inizio del campionato.

Un intoppo non da poco dunque che rischia inoltre di offrire un palcoscenico poco consono all’amichevole di lusso. Purtroppo, ogni anno in estate, si ripresenta il problema “Massimino”, ma per adesso non è stata trovata una soluzione che permetta di arovinare in condizioni ottimali anche sotto questo profilo ai blocchi di partenza. La speranza è che questa situazione non causi delle difficoltà alla squadra di Lucarelli, e che magari l’amichevole del Milan sia giocata in ‘pantofole’ così da evitare eccessive sollecitazioni al manto erboso.