Mercato: Dall’Oglio vuole il Catania e sta bene fisicamente

By
Pubblicato: 13:04 - 7 gennaio, 2018


Antonio Torrisi

Antonio Torrisi

EDITORE

Fautore del calcio "romantico", si appassiona al mondo del giornalismo sportivo sin da piccolo, seguendo le telecronache in TV e iniziando così a coltivare il sogni di essere, un giorno, in cabina di commento in occasione di una finale di Champions League.
Dal 2014 inizia a collaborare con diverse redazioni sportivo e non, quali SpazioJuve, Sudpress e Siciliajournal, nutrendo una grande passione anche per la politica e per i suoi relativi meccanismi. Dal 2015 entra a far parte di Catanista, avventura che lo porta ad esordire persino in radio: altro sogno nel cassetto, conservato da bambino.
Antonio Torrisi

“Si può fare”, abbiamo scritto ieri sul nostro sito in merito all’affare che potrebbe portare Jacopo Dall’Oglio al Catania: è bene, però, specificare e spiegare meglio come stanno le cose e le condizioni del centrocampista nato a Milazzo.

Capitolo condizioni fisiche: nel pezzo di ieri non abbiamo specificato la natura dell’operazione al ginocchio avvenuta nelle scorse settimane, e ce ne scusiamo. Si è trattata di una cisti, nulla di preoccupante, che non ne pregiudica il rendimento, tant’è che se dovesse arrivare al Catania sarebbe già pronto ad inserirsi nel gruppo di Lucarelli.

Diciamo subito, in base alle informazioni raccolte dalla nostra redazione, che il ragazzo vuole vestire la maglia rossazzurra, vista anche la sua fede calcistica: ha l’elefante nel cuore, per intenderci. Ma non è così semplice: come abbiamo scritto nella giornata di ieri, la decisione sul suo futuro arriverà a metà della prossima settimana, quando rientrerà il patron del Brescia, Massimo Cellino, che stima tantissimo il giocatore e non vorrebbe lasciarlo partire: d’altra parte, aggiungiamo, anche Pasquale Marino, allenatore dei biancazzurri, vorrebbe puntare su di lui per la seconda metà di stagione, ma nell’operazione ci potrebbe essere anche il gran lavoro di Lo Monaco e Argurio che potrebbero convincere la società di Cellino a lasciar partire il ragazzo, lavorando anche sulla sua volontà. Ancora qualche giorno e sapremo: la palla, adesso, passa al Brescia.