Scontro Lecce-Catania, interviene la Lega Pro: club convocati a Firenze

By
Pubblicato: 15:36 - 9 febbraio, 2018


Antonio Torrisi

Antonio Torrisi

EDITORE

Fautore del calcio "romantico", si appassiona al mondo del giornalismo sportivo sin da piccolo, seguendo le telecronache in TV e iniziando così a coltivare il sogni di essere, un giorno, in cabina di commento in occasione di una finale di Champions League.
Dal 2014 inizia a collaborare con diverse redazioni sportivo e non, quali SpazioJuve, Sudpress e Siciliajournal, nutrendo una grande passione anche per la politica e per i suoi relativi meccanismi. Dal 2015 entra a far parte di Catanista, avventura che lo porta ad esordire persino in radio: altro sogno nel cassetto, conservato da bambino.
Antonio Torrisi

La Lega Pro non ci sta più: dopo il batti e ribatti degli scorsi giorni tra i dirigenti del Lecce e quelli del Catania, culminati con le polemiche di ieri, il massimo organo della categoria ha convocato i due club a Firenze per chiarire la situazione.

Una scelta saggia che dovrebbe, quindi, far tornare tutto alla normalità, per evitare il rischio di un finale di campionato giocato maggiormente fuori dal campo che sul manto erboso. Di seguito il comunicato integrale pubblicato sul sito della Lega Pro:

“La vicenda si è caricata purtroppo di atteggiamenti non positivi da parte di alcuni dirigenti sportivi, in particolare del Dott. Lo Monaco, che invitiamo fermamente a non alimentare sterili polemiche strumentali ed a garantire il corretto comportamento per il sereno svolgimento delle competizioni sportive esclusivamente sul terreno di gioco. A tal fine la Lega ha altresì convocato le società Lecce e Catania lunedì presso la sede di Firenze per tornare ad un clima positivo che ci conduca nelle prossime settimane ad una leale e corretta competizione sportiva. Ribadiamo ancora una volta che siamo a totale disposizione delle istituzioni e dell’autorità che tutela l’Ordine Pubblico ed auspichiamo che possa essere organizzato a breve un tavolo di confronto per risolvere le problematiche evidenziate. E’ fondamentale anche in questo contesto l’apporto dei tifosi ai quali sin d’ora facciamo un accorato appello affinché tutti possano vivere esclusivamente le emozioni che le loro squadre suscitano sul terreno di gioco. Pur non nascondendo la nostra insoddisfazione e preoccupazione, ribadiamo la certezza che si possa e si debba uscire da questa sgradevole situazione con la collaborazione di tutte le parti coinvolte.”

SU BISCEGLIE-LECCE: “Le vicende e le dichiarazioni succedutesi in questi giorni con riferimento alla gara Bisceglie–Lecce che si disputerà questa sera a Bisceglie, con il divieto per i tifosi ospiti, necessitano di alcune precisazioni. E’ doveroso premettere e sottolineare come la Lega Pro stia da tempo lavorando in sinergia con le istituzioni, per creare una dimensione diversa dell’evento sportivo che consenta l’apertura dello stadio alle famiglie ed a tutti i tifosi senza limitazioni, tenendo sempre in rilievo i problemi di sicurezza strutturale e di ordine pubblico. In relazione alla gara Bisceglie–Lecce si precisa che la Lega ha inviato una dettagliata nota alla Prefettura nella quale veniva posto in rilievo che le criticità di ordine strutturale dell’impianto di Bisceglie erano state superate, come dimostra l’autorizzazione al rientro presso tale impianto concessa dalla Commissione Criteri Infrastrutturali della FIGC. Rispetto ai problemi di Ordine Pubblico che hanno spinto l’autorità competente a vietare la trasferta ad i tifosi del Lecce, ferma ed indiscussa l’autonomia della stessa, riteniamo sarebbe stato utile conoscerli per tempo così da potersi attivare in sinergia per la soluzione degli stessi. Non riteniamo che il problema possa essere quello dell’attraversamento della città di Bari da parte dei tifosi del Lecce, in quanto per quasi la totalità delle trasferte (anche nel passato) la tifoseria è obbligata a quel percorso stradale.”