Russotto: i tempi di recupero e l’importanza dell’imprevedibilità

By
Pubblicato: 10:50 - 22 febbraio, 2018


Stefano Auteri

Stefano Auteri

RESPONSABILE

Abile penna motivata e passionale, muove i primi passi con siti nazionali votati al Calciomercato. Oggi è responsabile di redazione, editorialista nonchè collaboratore anche con testate nazionali come GQ Italia.
In radio mostra una conduzione elegante e professionale.
Stefano Auteri

Un grande assente pronto a fare il suo rientro in campo. Parliamo di Andrea Russotto, uno degli uomini più importanti nella prima fase del campionato del Catania e purtroppo rimasto ai margini negli scorsi mesi a causa di problemi fisici. L’ultima gara effettivamente disputata dal trequartista rossazzurro risale infatti al dieci dicembre contro il Matera nel pareggio del Massimino.

Da allora una sola breve apparizione in quel di Lecce dove Russotto fu colpito da una distrazione muscolare di primo grado. Altro stop e altro lavoro per recuperare. Adesso, dopo due mesi pieni dal primo infortunio la condizione fisica sembra essere in ripresa e queste due settimane di sosta potrebbero favorire ulteriormente il suo pieno recupero.

Certamente si agirà con molta cautela per evitare pesanti ricadute, ma la sensazione è che già per la gara contro il Siracusa Russotto possa tornare tra i convocati. Attesa e sacrificio dunque, nella speranza di poter sfruttare il prima possibile quell’imprevedibilità e quella capacità di “spaccare” la partita del numero sette che spesso è mancata nelle ultime uscite.