Mixed-zone | Le parole di Curiale, Di Grazia e Aya

By
Pubblicato: 17:38 - 18 marzo, 2018


Antonio Torrisi

Antonio Torrisi

EDITORE

Fautore del calcio "romantico", si appassiona al mondo del giornalismo sportivo sin da piccolo, seguendo le telecronache in TV e iniziando così a coltivare il sogni di essere, un giorno, in cabina di commento in occasione di una finale di Champions League.
Dal 2014 inizia a collaborare con diverse redazioni sportivo e non, quali SpazioJuve, Sudpress e Siciliajournal, nutrendo una grande passione anche per la politica e per i suoi relativi meccanismi. Dal 2015 entra a far parte di Catanista, avventura che lo porta ad esordire persino in radio: altro sogno nel cassetto, conservato da bambino.
Antonio Torrisi

Intervenuti al termine di Catania-Reggina, Davis Curiale, Andrea Di Grazia e Ramzi Aya hanno rilasciato le seguenti dichiarazioni:

CURIALE – “L’importante era vincere. Il gol? Ringrazio i miei compagni perché mi permettono di segnare. Con la primavera troveremo campi meno pesanti, quindi ci divertiremo di più. Peccato per la partita, perché sentiamo la pressione a non riusciamo a stare sereni. Ci sta mancando il colpo di grazia.”

DI GRAZIA – “Penso che la pressione ci debba essere, altrimenti sarebbe tutto più semplice. La pressione ci deve essere. Abbiamo fatto una buona partita, poi ci siamo rilassati e abbiamo rischiato, ma l’importante è che siamo riusciti a centrare i tre punti. Il Lecce e il Trapani? L’importante è che abbiamo vinto noi, loro sono entrambe forti, ma a fine campionato si vedrà. Fosse per me giocherei anche portiere, basta che gioco, e quando lo faccio do sempre il massimo.”

AYA – “E’ normale che il Massimino sia esigente. Andiamo avanti per la nostra strada, secondo me abbiamo fatto una grande partita, non concedendo alcuna occasione alla Reggina, potevamo anche andare sul 3-0, poi hanno avuto questo episodio e si sono sbilanciati, e noi abbiamo rischiato. Continuiamo così a migliorare i nostri limiti e i nostri difetti. Le partite sono tutte tirate, contro chi giochi giochi, qua le partite te le devi sudare, non mi interessa cosa accade in casa Lecce o Trapani, ma sperare o meno non mi interessa. Facciamo il nostro percorso con l’ignoranza giusta cercando di non avere rimpianti da qui alla fine. Il Bisceglie ha pareggiato a Trapani? Questo significa che ogni gara è tirata: quella contro di loro sarà una partita complicata da affrontare con la giusta umiltà.”