Mixed-zone | Le parole di Ripa, Curiale e Porcino

By
Pubblicato: 19:15 - 31 marzo, 2018


Antonio Torrisi

Antonio Torrisi

EDITORE

Fautore del calcio "romantico", si appassiona al mondo del giornalismo sportivo sin da piccolo, seguendo le telecronache in TV e iniziando così a coltivare il sogni di essere, un giorno, in cabina di commento in occasione di una finale di Champions League.
Dal 2014 inizia a collaborare con diverse redazioni sportivo e non, quali SpazioJuve, Sudpress e Siciliajournal, nutrendo una grande passione anche per la politica e per i suoi relativi meccanismi. Dal 2015 entra a far parte di Catanista, avventura che lo porta ad esordire persino in radio: altro sogno nel cassetto, conservato da bambino.
Antonio Torrisi

Intervenuti in Mixed-zone al termine della gara di Catanzaro-Catania, Francesco Ripa, Davis Curiale e Antonio Porcino hanno parlato così della vittoria rossazzurra.

RIPA – “Sono contento per il gol, è stato molto facile: dopo diversi errori miei e un po’ di sfortuna è arrivato questo gol facile facile, ma me lo prendo. Sono contento per questa vittoria della squadra. Nel secondo tempo siamo stati bravi a sfruttare il vento a favore. Giochiamo in una piazza importante dov’è normale che ci sia pressione: giocheremo le prossime gare per vincere perché questo è il nostro obiettivo. Ci siamo fatti trovare pronti quando il Lecce ha steccato: spero di segnare anche al Massimino perché non voglio terminare la stagione senza aver segnato in casa. Dobbiamo vincere con la Juve Stabia perché noi abbiamo un obiettivo più importante del loro.”

CURIALE – “Il gol di Barisic? Ho tirato in porta, non ho neanche visto Maks che è stato bravo a segnare: siamo stati bravi a vincere con più gol perché c’è anche il discorso differenza reti se arrivano tre squadre a pari punti. Oggi il vento ha influito molto: siamo stati bravi a capire la situazione e a sfruttare le condizioni meteo nella ripresa. Nello spogliatoio c’è molto entusiasmo, compattezza: lo notiamo dai nostri compagni che non stanno giocando, che ad ogni gol vengono ad esultare come se avessero segnato loro. Siamo tutti sul pezzo.”

PORCINO – “Devo ringraziare i miei compagni perché mi hanno accolto nel migliore dei modi, nonostante gli obiettivi tra Reggina e Catania siano diversi. Dobbiamo continuare su questa strada perché è troppo importante vincere questo campionato, per la città e per noi stessi. La condizione fisica? Dipende dalla serenità mentale e dai risultati, ma abbiamo cambiato proprio mentalità. Negli allenamenti andiamo a duemila e avremo una marcia in più nel finale di questo campionato. Alla fine del campionato dovremo ringraziare la scintilla scattata a Monopoli.”