Sudtirol facile, il Cosenza sogna, caos a Siena: il resoconto dei Quarti dei Playoff

By
Pubblicato: 14:59 - 4 giugno, 2018


Antonio Torrisi

Antonio Torrisi

EDITORE

Fautore del calcio "romantico", si appassiona al mondo del giornalismo sportivo sin da piccolo, seguendo le telecronache in TV e iniziando così a coltivare il sogni di essere, un giorno, in cabina di commento in occasione di una finale di Champions League.
Dal 2014 inizia a collaborare con diverse redazioni sportivo e non, quali SpazioJuve, Sudpress e Siciliajournal, nutrendo una grande passione anche per la politica e per i suoi relativi meccanismi. Dal 2015 entra a far parte di Catanista, avventura che lo porta ad esordire persino in radio: altro sogno nel cassetto, conservato da bambino.
Antonio Torrisi

Caos, polemiche e sogni: tutto in un giorno, nel ritorno dei Quarti di Finale dei Playoff che valgono una stagione: ripercorriamo insieme le tappe che hanno portato Sudtirol, Cosenza e Siena in Semifinale.

Partiamo dalla sfida di Bolzano, disputata nel pomeriggio al Druso: dopo il rocambolesco 2-2 dell’andata, il Sudtirol passa in vantaggio nella ripresa grazie al diciottesimo centro stagionale di Costantino, che spiana la strada ai biancorossi. Le poche idee e la scarsa corsa condannano una Viterbese che, con ogni probabilità, ha sofferto il cammino Playoff e nel recupero arriva il 2-0 di Candellone che permette ai ragazzi di Paolo Zanetti di passare il turno. Festa grande, invece, a San Benedetto del Tronto: dopo la sconfitta per 2-1 rimediata al Marulla, la formazione di Moriero parte con i favori dei pronostici dinanzi al proprio pubblico, conscia di poter compiere la rimonta. Tutto troppo facile a pensarla, una cosa simile: perché poi ci sono i “Lupi” di braglia, e tutto cambia. Triangolazioni, sicurezza: calma. Parola chiave nel più classico dei risultati del Cosenza fin qui: 0-2, gol di Mungo e Baclet, e il sogno continua.

Infine caos: al Franchi va in scena la gara probabilmente più discussa nelle ultime stagioni in Serie C. Il Siena deve ribaltare il risultato dell’andata (2-1 a Reggio Emilia), ma per farlo deve battere una Reggiana che punta molto sull’organizzazione di gioco e la velocità. Il primo tempo sorride ai bianconeri: gol di Cristiani prima del fischio finale dell’arbitro, match in discesa. Poi il calcio regala una delle sue perle: al 94′ arriva l’inaspettato: Altinier anticipa tutti e regala virtualmente la promozione alla sua squadra. Il resto si spiega a fatica: al 98′ rigore molto dubbio in favore del Siena. Dal dischetto Santini non sbaglia e bianconeri in Semifinale, dove sfideranno il Catania. Andata mercoledì al Franchi, ritorno domenica al Massimino: in caso di doppio pareggio (non contano gol dentro e fuori casa) si andrà ai supplementari e, infine, ai rigori.