Sulla scia della Regular Season: adesso servono i gol

By
Pubblicato: 17:44 - 8 giugno, 2018


Antonio Torrisi

Antonio Torrisi

EDITORE

Fautore del calcio "romantico", si appassiona al mondo del giornalismo sportivo sin da piccolo, seguendo le telecronache in TV e iniziando così a coltivare il sogni di essere, un giorno, in cabina di commento in occasione di una finale di Champions League.
Dal 2014 inizia a collaborare con diverse redazioni sportivo e non, quali SpazioJuve, Sudpress e Siciliajournal, nutrendo una grande passione anche per la politica e per i suoi relativi meccanismi. Dal 2015 entra a far parte di Catanista, avventura che lo porta ad esordire persino in radio: altro sogno nel cassetto, conservato da bambino.
Antonio Torrisi

Un tiro in porta, un gol: non è la scusa di chi non è riuscito a vincere, è la realtà dei fatti. Il Siena ha portato a casa la vittoria proprio in questo modo: con un colpo di testa neanche troppo voluto, né sperato. E’ una delle regole non scritte del calcio, d’altronde: crei tanto, non segni? Gol sbagliato, gol subito. Il Catania, però, adesso ha bisogno di gol: due di scarto, per l’esattezza, cosa che è riuscita più volte nel corso della regular season, e non solo.

Ed è proprio dal recente passato che la squadra di Lucarelli deve trarre ispirazione, concretizzando le palle gol a disposizione: anche perché la differenza con il Siena, oltre che nella qualità del gioco espresso al Franchi, sta tutta qua, tra le vittorie di misura conquistate dalla squadra di Mignani e quelle con due o più lunghezze di distacco messe in cascina da Biagianti e compagni. Non contando la Coppa, tredici per l’esattezza, tra la sfida dell’andata con il Lecce a quella di domenica scorsa con la Feralpisalò, passando per i successi “larghi” con Paganese, Catanzaro e Rende. Sono dati importanti, questi, se messi a confronto con quelli dei toscani, che tra campionato e Playoff sono riusciti a gioire con due reti di scarto rispetto agli avversari solo quattro volte.

E’ vero anche che bisognerà invertire il trend di occasioni sciupate mostrato al Franchi e più volte nel corso della regular season, in particolare nelle gare con un peso non indifferente come Juve Stabia (il colpo di testa di Bogdan) e Trapani (con un Super Furlan in porta per i granata). C’è bisogno dei “cannoni”, adesso servono i gol. Il Catania può farli: è tutto nelle sue mani.