Traverse maledette…

By
Pubblicato: 23:33 - 10 giugno, 2018


Stefano Auteri

Stefano Auteri

RESPONSABILE

Abile penna motivata e passionale, muove i primi passi con siti nazionali votati al Calciomercato. Oggi è responsabile di redazione, editorialista nonchè collaboratore anche con testate nazionali come GQ Italia.
In radio mostra una conduzione elegante e professionale.
Stefano Auteri

L’urlo che si strozza in gola e la disperazione che prende il sopravvento. Nel giorno in cui il Catania doveva compiere quel passo decisivo per tornare grande, alla fine è rimasto legato al palo, o meglio alle due traverse: quella di Lodi su punizione e quella devastante di Mazzarani dagli undici metri. Frustrazione e delusione per ventimila spettatori che anche oggi hanno cercato in tutti i modi di spingere i rossazzurri verso il sogno promozione.

Ed invece quel sogno svanisce definitivamente, in quella che è stata la sintesi di tutte le occasioni perse. In superiorità numerica per oltre cinquanta minuti non è arrivato il gol. Per carità Curiale e compagni non hanno lesinato impegno e determinazione, reagendo nonostante lo svantaggio, ma dopo il rigore di Lodi quel rifiatare ha un po’ smorzato l’inerzia favorevole. Nei supplementari poi nuova spinta, ma non è bastata.

Adesso servirà un po’ di silenzio per digerire la sconfitta e cercare quella razionalità indispensabile per pensare nuovamente al futuro. Fa male, soprattutto ai tifosi, ma il calcio è anche questo ed un Siena ridotto addirittura in nove uomini è riuscito a rimanere indenne nonostante la pressione dello stadio e della squadra di casa. Bravi e fortunati loro, per il Catania non resta che leccarsi le ferite e capire da dove ripartire.