Mixed – zone | Lucarelli: “Futuro? Valuterà la società. Sulla gara…”

By
Pubblicato: 00:26 - 11 giugno, 2018


Intervenuto in sala stampa al termine della gara contro il Siena, persa alla lotteria dei rigori al quinto tiro, ha così parlato il tecnico dei rossazzurri Cristiano Lucarelli:

<<Non è andata come sognavamo, come eravamo convinti che potesse andare. Abbiamo dato tutto per questa causa, ci dispiace enormemente che sia finita così, una situazione che è lo specchio di una stagione in cui gli episodi non ci hanno mai sorriso. Tutto ciò che abbiamo fatto ce lo siamo sudati e conquistati con merito, se c’era una squadra che meritava di vincere, per quello che si è visto nei 180 minuti, era il Catania. Qualcosa avremo sbagliato, ma avendo dato tutto e sempre col rispetto della città e della maglia. Ai rigori poi si può perdere, c’è grande rammarico per essere stati eliminati davanti alla nostra gente. Caccavallo? E’ un giocatore importante, l’ho visto caratterialmente preparato per affrontare una gara del genere e il ragazzo ha dimostrato personalità per farlo. Ha fatto di tutto per esserci e mi è sembrato naturale schierarlo, perchè stava bene e si è allenato con regolarità; per caratteristiche ho pensato che fosse il partner ideale per Curiale. Ci sono giocatori che in partite del genere fanno fatica, ci sembrava che stesse bene e per questo è stato schierato. Ci è mancata la superiorità numerica sugli esterni quando siamo passati al 4-3-3, se sbagli a interpretarlo diventa più facile anche per gli avversari riuscire a leggere le situazioni. In quei casi bisogna vincere i duelli nell’uno contro uno e nessuno stasera ci è riuscito al meglio. Loro sono sempre andati a raddoppiare sui nostri esterni in una serata che per loro non è stata esattamente positiva, il Siena riusciva sempre a raddoppiarci bene e non abbiamo mai trovato il varco giusto neanche con l’uomo in più. Siamo diventati prevedibili, loro si sono difesi bene e in maniera ordinata. I ragazzi hanno dimostrato di aver dato tutto in campo, il rammarico c’è soprattutto per la partita di andata; il Catania ha compromesso la qualificazione con il risultato di Siena. Oggi il risultato ha rispecchiato quella che è stata la partita, purtroppo all’andata non siamo riusciti a metterla dentro e paghiamo soprattutto quella partita. Per vincere le partite bisogna buttarla dentro, essere cinici; noi abbiamo avuto il miglior attacco del campionato, ma se consideriamo tutti i gol che abbiamo sbagliato avremmo potuto concludere con un “cappotto” tutte le gare. Io sono a disposizione della società, ho un altro anno di contratto qui ma bisogna essere tutti d’accordo su tutto. La società farà le sue valutazioni, io mi sento di dire solo che questa squadra va solamente corretta, non rivoltata; ha perso ai rigori dopo aver disputato degli ottimi play off, con la giusta motivazione e convinzione. Questo biennio siciliano mi lascia tantissimo, non pensavo che si potesse creare questo rapporto con la città di Catania soprattutto dopo un inizio non proprio felice. Io purtroppo, o per fortuna, mi lego tantissimo ai posti in cui lavoro, nelle vittorie e nelle sconfitte. Parlerò sempre bene del Catania e della città, vi autorizzo a sputarmi in faccia se dovesse mai uscire dalla mia bocca qualcosa di negativo verso questo ambiente>>.