Promossi e Rimandati: Lodi ispira, ma non basta. Di Grazia fantasma

By
Pubblicato: 00:12 - 11 giugno, 2018


Antonio Torrisi

Antonio Torrisi

EDITORE

Fautore del calcio "romantico", si appassiona al mondo del giornalismo sportivo sin da piccolo, seguendo le telecronache in TV e iniziando così a coltivare il sogni di essere, un giorno, in cabina di commento in occasione di una finale di Champions League.
Dal 2014 inizia a collaborare con diverse redazioni sportivo e non, quali SpazioJuve, Sudpress e Siciliajournal, nutrendo una grande passione anche per la politica e per i suoi relativi meccanismi. Dal 2015 entra a far parte di Catanista, avventura che lo porta ad esordire persino in radio: altro sogno nel cassetto, conservato da bambino.
Antonio Torrisi

Come si fa a “giudicare” una gara del genere? Non si può, nella sua interezza, quindi analizzeremo esclusivamente i centoventi minuti tra regolamentari e supplementari: i rigori li sbaglia solo chi li tira. Non fanno testo: i Promossi e Rimandati della gara del Catania contro il Siena.

PROMOSSI –

LODI 7 – Faro, luce, ispira e concretizza: il destino gli volta le spalle ad un minuto dal traguardo, sbarrandogli strada con la traversa che anticipa il finale. Le lacrime fanno il resto.

CURIALE 6,5 – Lotta e sgomita con Sbraga dal primo all’ultimo minuto: non un cliente semplice il difensore del Siena. Sembrava non essere la sua serata, quando da due passi spedisce a lato un pallone da insaccare: poi si rifà, pareggiando il gol di Santini.

PORCINO 7 – Corre per i centoventi di gioco avanti e indietro senza sosta: è il simbolo di un Catania che tra andata e ritorno ha seminato tanto e raccolto poco. Sue le discese più interessanti del match: a fine mese scade il contratto che lo lega ai rossazzurri, ma il futuro è tutto da scrivere.

RIMANDATI –

DI GRAZIA 4,5 – Solo il rigore lo salva: il resto recita una prestazione da “fantasma”, chiaro specchio di una stagione da mettere tra parentesi. Lucarelli lo mette in campo per dare velocità alla manovra, lui non riesce ad incidere neanche in superiorità numerica.

BARISIC 5 – Suo l’assist per Curiale, poi poco e nulla: perde tanti palloni, sulla destra è spesso impreciso. Gioca meglio quando Lucarelli decide di cambiare modulo, spostandolo sulla destra, ma ad inizio ripresa lascia il posto ai compagni.

VOTI – Pisseri 7, Aya 6, Tedeschi 6, Bogdan 5,5, Rizzo 6,5, Biagianti 6,5, Caccavallo 5,5. SUBENTRATI – Russotto 6,5, Blondett SV, Mazzarani SV, Manneh 6,5.