Il CONI sospende l’efficacia esecutiva della sentenza della CAF sul Novara

By
Pubblicato: 19:19 - 10 agosto, 2018


Antonio Torrisi

Antonio Torrisi

EDITORE

Fautore del calcio "romantico", si appassiona al mondo del giornalismo sportivo sin da piccolo, seguendo le telecronache in TV e iniziando così a coltivare il sogni di essere, un giorno, in cabina di commento in occasione di una finale di Champions League.
Dal 2014 inizia a collaborare con diverse redazioni sportivo e non, quali SpazioJuve, Sudpress e Siciliajournal, nutrendo una grande passione anche per la politica e per i suoi relativi meccanismi. Dal 2015 entra a far parte di Catanista, avventura che lo porta ad esordire persino in radio: altro sogno nel cassetto, conservato da bambino.
Antonio Torrisi

Tutto in divenire: dalla comunicazione della Lega B su una Serie B a 19 squadre alla decisione del Collegio di Garanzia del CONI, che mescola ulteriormente le carte.

Sì perché negli scorsi minuti, sul sito del CONI è stato pubblicata una nota ufficiale sulla sospensione dell’efficacia eseguiva della sentenza della CAF che ha dato ragione al Novara e, di conseguenza, al Catania. Di seguito il testo completo:

“Il Presidente del Collegio Garanzia dello Sport, Franco Frattini, in riferimento ai ricorsi presentati dalle società Ternana Calcio S.p.A, F.C. Pro Vercelli, e Robur Siena S.p.A. nei confronti della Società Novara Calcio S.p.A., della Federazione Italiana Giuoco Calcio (FIGC), della Lega Nazionale Professionisti Serie A (Lega Serie A), della Lega Nazionale Professionisti Serie B (Lega Serie B), della Lega Italiana Calcio Professionistico (Lega Pro), per l’annullamento della decisione della Corte Federale d’Appello FIGC, pubblicata con C.U. 7/2018-2019 CFA del 1 agosto 2018, con motivazioni contenute nel C.U. 8/2018-2019 CFA del 6 agosto 2018, con cui la Corte Federale d’Appello ha confermato la decisione del TFN-SD, pubblicata, completa di motivazioni, sul C.U. 8/TFN del 19 luglio 2018, ha accolto l’istanza cautelare invocata e, per l’effetto, ha sospeso l’esecutività della decisione impugnata fino alla data della camera di consiglio per la decisione collegiale sulla istanza cautelare con l’abbinamento al merito, che si terrà in data 7 settembre, a partire dalle ore 12.00.