Caos Serie B, domani altro capitolo al TAR: quanto peserà il nuovo decreto?

By
Pubblicato: 10:39 - 8 ottobre, 2018


Antonio Torrisi

Antonio Torrisi

EDITORE

Fautore del calcio "romantico", si appassiona al mondo del giornalismo sportivo sin da piccolo, seguendo le telecronache in TV e iniziando così a coltivare il sogni di essere, un giorno, in cabina di commento in occasione di una finale di Champions League.
Dal 2014 inizia a collaborare con diverse redazioni sportivo e non, quali SpazioJuve, Sudpress e Siciliajournal, nutrendo una grande passione anche per la politica e per i suoi relativi meccanismi. Dal 2015 entra a far parte di Catanista, avventura che lo porta ad esordire persino in radio: altro sogno nel cassetto, conservato da bambino.
Antonio Torrisi

Altro capitolo della storia infinita: quella che lega e intreccia tribunali e calcio, in un’estate che, seppur conclusa, nei fatti continua ad interessare il Catania e le altre società “ripescabili” in Serie B.

Premessa doverosa: con i campionati già iniziati da qualche settimana (nei casi di Serie A e B anche da qualche mese) è difficile immaginare uno stravolgimento effettivo dei club partecipanti. E’ da segnalare, però, l’udienza che si terrà domattina alle ore 9 a Roma e che tratterà proprio i casi del format in Cadetteria e i relativi ripescaggi: e sarà nuovamente il TAR del Lazio a decidere, visto che il nuovo decreto del Governo, pubblicato ieri sulla Gazzetta Ufficiale, prevede che la palla passi al Tribunale Amministrativo escludendo quei gradi di giudizio della giustizia sportiva che hanno prolungato, in maniera effettiva, “l’agonia” estiva. Quanto peserà la nuova misura adottata dal Governo? Lo scopriremo: assisteremo all’inizio dell’iter che porterà ad un corposo risarcimento economico o accadrà qualcosa di inaspettato e a dir poco sorprendente?