14° turno di Serie C: Juve Stabia inarrestabile

By
Pubblicato: 09:00 - 3 dicembre, 2018


E’ un girone C che si dimostra, come da tradizione, sempre più divertente e mai scontato, con una “ammucchiata” ai piani alti della classifica che ricorda vagamente una selva oscura per chi, come il Catania, deve superare più squadre possibili da qui a fine dicembre.

Nel 14° turno, che ha visto i rossazzurri osservare un minuto di riposo, a far notizia, ma neanche troppo, è la Juve Stabia. Le vespe assumono sempre più le sembianze di un caterpillar, battendo senza problemi in casa anche il Bisceglie per 2-0 trovando la decima vittoria stagionale. In gol Di Roberto ed Elia, giovane esterno scuola Atalanta al primo gol stagionale, e sempre più jolly in attacco per mister Caserta. Finora un unico, insospettabile alla vigilia del campionato, padrone del girone con 32 punti…

Giornata che non ha però disdegnato mezze sorprese, come il 2-2 del Trapani, sempre terzo a 26 punti, in casa della Viterbese: laziali in doppio vantaggio fino al 79′, poi si è svegliato l’eterno Evacuo che con una doppietta ha salvato i granata. Per la squadra di Italiano un pareggio d’oro dunque, ma che palesa ancora una volta le difficoltà del Trapani in trasferta (1 vittoria, 3 pareggi e 2 sconfitte). Pareggio anche per il Catanzaro di Auteri, che frena in casa dopo quattro vittorie consecutive contro la Cavese per 1-1; i giallorossi agganciano comunque il Catania in quarta posizione a 24 punti.

La partita di cartello tra il sorprendente Rende e l’altalenante Casertana, si conclude invece con la vittoria dei campani per 0-1. Secondo successo consecutivo per i rossoblu di Fontana, ora sesti a 21 punti, a testimonianza del fatto che tutte le pretendenti alle prime posizioni del campionato stiano lentamente entrando in forma, staccandosi sempre più dalle “piccole”.

Bilancio tutto sommato positivo per il Catania, in quanto è stata soltanto la Juve Stabia ad approfittare dello stop dei rossazzurri, che in questo momento hanno una partita in meno rispetto alle prime sei della classe (il Rende, a 27 punti, ne ha addirittura due i più).