Focus – Bisceglie: numeri da retrocessione, ma occhio al fattore casa…

By
Pubblicato: 13:33 - 7 dicembre, 2018


E’ una squadra in difficoltà, il Bisceglie di Ciro Ginestra, inutile nasconderlo. Il prossimo avversario del Catania ha evidenti problemi di formazione, potendo contare al momento su una rosa molto corta, e di prolificità offensiva.

Problemi che si sono riversati inevitabilmente sui numeri finora totalizzati dai nerazzurri, partiamo dalle basi: 15° posto in classifica con 11 punti racimolati in 14 gare, appena una lunghezza sopra la zona play-out, frutto di 2 vittorie, 5 pareggi e 7 sconfitte. Addentrandoci ancor di più nelle statistiche dei pugliesi, viene fuori che la difesa ha subito 19 reti (quarta peggiore del campionato) e l’attacco ha segnato appena 8 gol; eccezion fatta per la Viterbese, che ha però giocato sei partite in meno, quello del Bisceglie è il secondo peggior reparto offensivo tra tutti i campionati professionistici d’Italia. Attenzione, però, al fattore casa: su sette sconfitte subite solo una è arrivata tra le mura amiche del “Gustavo Ventura”, ad opera del Monopoli. Cambia anche il dato relativo ai gol subiti, finora a quota sei.

La vittoria manca da più di due mesi, quando a cadere fu il Matera per 1-0. Da lì in poi, 4 punti in 10 partite: numeri da retrocessione insomma, causati soprattutto dal rendimento esterno e dalla media d’età di appena 23 anni. L’ultimo match? La sconfitta di mercoledì scorso per 4-0 a favore di una ritrovata Viterbese, ma occhio al miglior marcatore nerazzurro con 3 gol all’attivo che di nome fa Starita.

Una sfida, in conclusione, che va affrontata come sempre con testa, al cospetto di un avversario che non faticherà certo a trovare motivazioni contro un avversario stimolante come i rossazzurri.