Alla scoperta di… Virtus Francavilla: il bis dopo la scorsa stagione?

By
Pubblicato: 10:48 - 19 Agosto, 2017


Stefano Auteri

RESPONSABILE

Abile penna motivata e passionale, muove i primi passi con siti nazionali votati al Calciomercato. Oggi è responsabile di redazione, editorialista nonchè collaboratore anche con testate nazionali come GQ Italia.
In radio mostra una conduzione elegante e professionale.
Stefano Auteri

Continua il viaggio alla conoscenza dei prossimi avversari del Catania e oggi la nostra lente di ingrandimento si sofferma sulla Virtus Francavilla. Una delle grandi sorprese dello corso campionato è stata costretta a cambiare tanto, visti i numerosi prestiti e le offerte importanti arrivate per i gioielli che si sono messi in evidenza. La partenza sicuramente più pesante è quella di Nzola, bomber della scorsa stagione con 11 reti e adesso pronto a confrontarsi con il campionato cadetto in quel di Carpi.

A lasciare i biancazzurri sono stati anche i difensori Idda, Pastore e Faisca; Galdean, Triarico e Alessandro dal centrocampo in su. Insomma una pattuglia consistente in uscita cui ha fatto fronte un mercato in entrata fatto di qualche “usato sicuro” e giovani interessanti. Del primo gruppo fanno parte i giocatori prelevati dal Messina: il jolly Madonia e Giordano Maccarone (centrale cresciuto nelle giovanili del Catania), oltre ad Andrea Saraniti, centravanti che si è messo in luce con la Vibonese. Tra i giovani, invece, attenzione ai colpi in attacco con Valotti e Rossetti che potrebbero rappresentare opzioni importanti nel corso della stagione.

In panchina un giovane tecnico, Gaetano D’Agostino, centrocampista talentuoso che in carriera ha dimostrato solamente una parte delle sue potenzialità e che adesso vuole togliersi soddisfazioni importanti in panchina. Il modulo di base sarà il 3-4-3, ma attenzione alle trasformazioni in corso d’opera con il 3-5-2 pronto per essere rispolverato. Difficile dunque per la Virtus bissare quanto di buono fatto la scorsa stagione, ma l’entusiasmo e la voglia di emergere potrebbero essere le basi per un’ottima annata.