Akragas – Catania 1-3: Lodi, Curiale e Mazzarani regalano la decima vittoria in trasferta

By
Pubblicato: 16:20 - 15 Aprile, 2018


Stefano Auteri

RESPONSABILE

Abile penna motivata e passionale, muove i primi passi con siti nazionali votati al Calciomercato. Oggi è responsabile di redazione, editorialista nonchè collaboratore anche con testate nazionali come GQ Italia.
In radio mostra una conduzione elegante e professionale.
Stefano Auteri

AKRAGAS (3-5-1-1) 1 Vono; 6 Mileto (Pisani), 13 Ioio, 14 Danese (Raucci); 23 Scrugli (Petrucci), 8 Zibert (Dammacco), 1 Sanseverino, 18 Navas, 5 Caternicchia, 11 Pastore; 10 Camara (Minacori).
In panchina 12 Lo Monaco, 27 Canale, 17 Saitta, 19 Giorgio, 29 Bramati, 24 Moreo. Allenatore Criaco.

CATANIA (4-3-3) 12 Pisseri; 21 Esposito, 15 Blondett, 5 Tedeschi, 8 Porcino (Marchese); 10 Lodi (Rizzo), 27 Biagianti, 32 Mazzarani (Bucolo); 9 Barisic (Di Grazia); 11 Curiale, 19 Manneh (Russotto).
In panchina 22 Martinez, 13 Semenzato, 18 Fornito, 29 Ripa, 24 Brodic. Allenatore Lucarelli.

Marcatori: Lodi 33’; Curiale 47’; Mazzarani 49’; Pastore 58’

Ammoniti: Caternicchia

Il Catania conquista la vittoria e sbanca il De Simone grazie ad una prestazione solida e convincente che non ha lasciato scampo ad un Akragas comunque volitivo. A sbloccare il match è Francesco Lodi che alla mezz’ora sfrutta l’assist di Curiale e di piatto batte un incolpevole Vono. Ad inizio ripresa il raddoppio di Davis Curiale che da due passi sfrutta una palla vagante in area piccola sugli sviluppi di calcio d’angolo. Passano due minuti e stavolta è Mazzarani a gioire coronando un’azione perfetta nata dal lancio di Lodi e dall’assist al bacio di Manneh. L’Akragas rimane comunque in partita e dopo una girandola di cambi trova la rete della bandiera grazie all’assolo di Pastore che dopo un lunga cavalcata riesce di sinistro a superare sul primo palo Matteo Pisseri.