Avellino-Catania 3-6, cronaca e tabellino: che bel Catania! Chi ben comincia…

By
Pubblicato: 16:53 - 25 Agosto, 2019


Antonio Torrisi

EDITORE

Fautore del calcio "romantico", si appassiona al mondo del giornalismo sportivo sin da piccolo, seguendo le telecronache in TV e iniziando così a coltivare il sogni di essere, un giorno, in cabina di commento in occasione di una finale di Champions League.

Dal 2015 entra a far parte di Catanista, avventura che lo porta ad esordire persino in radio: altro sogno nel cassetto, conservato da bambino.
Antonio Torrisi

Il Catania vince al Partenio-Lombardi contro l’Avellino dopo una partita infinita, con emozioni incredibili e gol da una parte e dall’altra. Nella prima frazione bel Catania quello messo in campo da Andrea Camplone, e lo conferma il dato delle occasioni create nei primi venticinque minuti: cinque, tutte con un gioco in verticale e in velocità. L’impronta dell’allenatore si vede, e questo è un bene. Rossazzurri in vantaggio al 23′ grazie all’anticipo in scivolata di Di Piazza, pronto a raccogliere il cross di Pinto. Raddoppio degli etnei sull’ennesima, magistrale punizione di Francesco Lodi, che batte Abibi. Nel finale di primo tempo l’Avellino accorcia le distanze: Di Paolantonio si inserisce bene e prova con il destro: Furlan respinge, ma la difesa rossazzurra non è attenta a spazzare e Albadoro raccoglie e, dopo l’opposizione di Silvestri, insacca. Seconda frazione che ricomincia come è finita la prima: con il Catania in attacco. Passano cinque minuti e la squadra rossazzurra sigla un’altra rete: splendido pallone di Di Molfetta che trova Di Piazza in area che aggancia e con un pallonetto supera Abibi. Poi solo costruzione e tiki-taka per il Catania: al 69′ la perla. Welbeck raccoglie al limite, mira e calcia al volo d’esterno. Gol meraviglioso e 1-4. Finita? Anche no: cambio di gioco di Catania per Mazzarani che stoppa e tira al volo per l’1-5. Poi anche Bucolo, che raccoglie il servizio di Catania, per l’1-6. Avellino che prova ad accorciare le distanze con Di Paolantonio, prima su azione e poi su calcio di rigore. Non un buon segnale, questo: forse l’unico negativo della gara della squadra di Camplone. Perché una sfida che termina 3-6 lascia sì sorrisi, ma anche qualche spunto di riflessione: una cosa però è certa. Chi ben comincia…

CRONACA:

PRIMO TEMPO –

8′ – Che occasione per il Catania! Di Molfetta entra in area e prova a servire un compagno: la palla arriva a Sarno che, in posizione regolare, spara su Abibi.

12′ – Ancora Catania pericoloso: calcio d’angolo battuto da Lodi che, direttamente dalla bandierina, cerca il “gol olimpico”, sfiorando la traversa.

14′ – Catania pericolosissimo: Lodi di prima per Sarno che serve a sua volta Di Piazza, tutto in verticale: il numero nove rossazzurro si presenta davanti ad Abibi, ma calcia a lato sfioranto il palo.

23′ – GOL DEL CATANIA! Cross di Pinto dopo il break rossazzurro e Di Piazza, in spaccata, batte Abibi per lo 0-1 del Catania!

25′ – Catania vicino al raddoppio! Lodi parte in contropiede e serve Sarno che prende la mira e calcia verso l’angolo più lontano: la palla esce di poco. Bel Catania fin qui.

30′ – RADDOPPIO DEL CATANIA! Lodi direttamente da calcio di punizione la spedisce all’angolino dove Abibi non può arrivare, per lo 0-2 dei rossazzurri.

32′ – Occasione per l’Avellino: schema su calcio piazzato e servizio per Morero che di testa sfiora il palo.

34′ – GOL DELL’AVELLINO: Albadoro accorcia le distanze dopo due belle chiusure una di Furlan, l’altra di Silvestri.

45′ – Due minuti di recupero.

45′ + 2′ – Dopo due minuti di recupero termina il primo tempo: Avellino-Catania 1-2. Bel Catania quello visto al Partenio-Lombardi.

SECONDO TEMPO –

50′ – TERZO GOL DEL CATANIA! Di Molfetta mette dentro per Di Piazza che aggancia e supera Abibi con un pallonetto, per l’1-3.

58′ – Che occasione per il Catania! Serie infinita di passaggi che si conclude per Di Molfetta che si gira, entra in area e prova il mancino, a lato.

59′ – Primo cambio in casa Catania: esce Llama, entra Welbeck.

62′ – Primo cambio anche per l’Avellino: esce Rossetti, dentro Silvestri.

65′ – E arriva anche il primo giallo del match: fallo di Dall’Oglio, ammonito.

67′ – Doppio cambio in casa Catania: Mazzarani per Dall’Oglio, Catania per Sarno.

69′ – CHE GOL DI WELBECK! QUARTO GOL DEL CATANIA! Welbeck raccoglie al limite dell’area, stoppa e d’esterno al volo la insacca dove Abibi non può mai arrivare, neanche a pensarlo.

72′ – CINQUINA DEL CATANIA: Lele Catania cambia gioco per Mazzarani che stoppa e conclude al volo sotto l’incrocio.

73′ – Ultimi due cambi per il Catania: entrano Curiale e Bucolo, escono Di Piazza e Di Molfetta.

75′ – ALTRO GOL DEL CATANIA! Lodi parte in contropiede, serve Catania che stoppa per Bucolo che fa 1-6.

77′ – GOL DELL’AVELLINO: Di Paolantonio entra in area, resiste alle marcature e batte Furlan.

81′ – GOL DELL’AVELLINO: sugli sviluppo del calcio di rigore, Di Paolantonio fa 3-6.

87′ – Doppia occasione per il Catania! Prima Pinto, dalla lunga distanza, con Abibi che manda in angolo. Sugli sviluppi dello stesso, Catania in spaccata manda sulla traversa, sfiorando il 3-7.

90′ – Quattro minuti di recupero.

910′ + 4′ – Finisce qui! Il Catania parte bene in campionato e batte l’Avellino per 3-6!

TABELLINO:

FORMAZIONI:

AVELLINO (3-5-2): Abibi; Zullo, Morero, Laezza; Celjak, Palmisano, Di Paolantonio, Rossetti (dal 62′ Silvestri), Micovschi; Alfageme, Albadoro. A disp. di Ignoffo: Tonti, Pizzella, Nije, Petrucci, Saporito, Carbonelli, Corcione, Falco, Silvestri. All. Giovanni Ignoffo.

CATANIA (4-3-3): Furlan; Biondi, Silvestri, Saporetti, Pinto; Dall’Oglio (dal 67′ Mazzarani), Lodi, Llama (dal 59′ Welbeck); Sarno (dal 67′ Catania), Di Piazza, Di Molfetta. A disp. di Camplone: Martinez, Mbende, Noce, Marchese, Bucolo, Welbeck, Mazzarani, Liguori, Curiale, Pecorino, Catania. All. Andrea Camplone.

MARCATORI: 23′ Di Piazza (C), 30′ Lodi (C), 34′ Albadoro (A), 50′ Di Piazza (C), 69′ Welbeck (C), 73′ Mazzarani (C), 75′ Bucolo (C), 77′ Di Paolantonio (A), 81′ Di Paolantonio (A).

AMMONITI: 65′ Dall’Oglio, 81′ Furlan.

ESPULSI:

ARBITRO: Daniele De Santis (Lecce). Assistenti: Giovanni Mittica e Dario Gregorio (Bari).