Biagianti e Bucolo, spiragli di reintegro. Marchese?

By
Pubblicato: 13:27 - 12 Ottobre, 2019


Antonio Torrisi

EDITORE

Fautore del calcio "romantico", si appassiona al mondo del giornalismo sportivo sin da piccolo, seguendo le telecronache in TV e iniziando così a coltivare il sogni di essere, un giorno, in cabina di commento in occasione di una finale di Champions League.

Dal 2015 entra a far parte di Catanista, avventura che lo porta ad esordire persino in radio: altro sogno nel cassetto, conservato da bambino.
Antonio Torrisi

Biagianti, Bucolo e Marchese esclusi fino a fine stagione? Forse no: secondo quanto appreso dalla nostra redazione, già dalle prossime ore potrebbe avvenire il reintegro dei tre giocatori, o di almeno due dei tre, in rosa.

Nelle scorse settimane, d’altro canto, era stato lo stesso proprietario del Catania, Antonino Pulvirenti, a giocare la carta della distensione: “Io ho parlato sia con Biagianti che con Bucolo. Hanno fatto un errore e si è sviluppata una situazione che è andata oltre. Nessuno è morto certo, quindi penso magari che piano piano si possa sistemare”, affermava a Pianeta Catania. A questa mossa poi sono seguite le parole di Andrea Mazzarani, intervenuto in conferenza stampa a metà della scorsa settimana: “E’ chiaro che come gruppo, noi con la società ci abbiamo già parlato per provare a ricucire il rapporto. Noi quello che possiamo fare lo facciamo, spetta alla società decidere”, ha risposto “Mazza”, in tal senso. Sembra, sempre da quello che abbiamo raccolto come redazione di Catanista, che nel frattempo ci sia stato anche un dialogo chiarificatore tra Biagianti e l’ad Pietro Lo Monaco e tra lo stesso Lo Monaco e Bucolo, importante per un possibile reintegro, spinto sia dal senso di responsabilità che dall’emergenza alla quale il Catania deve far fronte in ogni reparto, a sua volta causata dagli infortuni.

Per Marchese, invece, discorso diverso: la sua situazione è legata anche al contratto stipulato con il club rossazzurro e va affrontata in maniera differente. Rivedremo presto qualcuno degli “epurati” a disposizione di Camplone?