Cataldi-Maldonado: c’è spazio per tutti, e con due mezzali così…

Cataldi-Maldonado: c’è spazio per tutti, e con due mezzali così…

Non fatevi fuorviare dal titolo, non vogliamo creare competizioni o paragoni esasperati ed esasperanti, ma dopo tante settimane in cui la regia del Catania è stata affidata a Maldonado, il fatto di aver visto per la prima volta Cataldi e poi Provenzano suscita scalpore e conseguenti analisi. Il giovane play che Baldini ha fatto crescere nelle giovanili della Roma ha dimostrato di avere una buona fisicità e senso della posizione, anche se non è stato così evidente il suo apporto all’interno delle manovre. Rispetto a Maldonado non si è visto quel surplus di fosforo e quell’atteggiamento trotterellante che tanti si aspettavano, ma alla fine, considerando che per Cataldi si trattava dell’esordio dal primo minuto, la prestazione è certamente positiva e ci saranno diverse occasioni per tastarlo.

Il vero quid in più, a dire il vero, lo hanno garantito le due mezzali che hanno disputato una delle migliori partite da inizio campionato. Greco sta crescendo in maniera dirompente, strameritando la conferma partita dopo partita e dimostrando non solo le doti in quantità, ma anche la qualità concretizzatasi con l’assist per il 3-2 di Moro. Benissimo anche Rosaia che ha garantito copertura ringhiando su chiunque passasse dalle sue parti, non tirando mai indietro la gamba e combattendo fino all’ultimo minuto. Probabilmente Baldini sta ancora cercando la quadratura perfetta del suo tridente, ma alcuni punti di riferimento stanno venendo a galla. Difficile dire se Maldonado sarebbe entrato poi a gara in corso, forse sì, ma altra mossa interessante è stata l’utilizzo di Provenzano davanti alla difesa con l’intento, non tanto di garantire geometrie, quanto di alzare i centimetri dei suoi in una zona di campo dove agivano Eusepi ed Evacuo, nel momento in cui i campani cercano solamente il lancio lungo.

Insomma ancora bisognerà rivedere Cataldi, magari si potrà provare Provenzano, di certo ci sarà qualche altra chance per Maldonado, ma la cosa importante è che la sana competizione può far alzare il livello del cuore pulsante dei rossazzurri.

Admin