Catania-Picerno: le ultime

By
Pubblicato: 11:12 - 12 Ottobre, 2019


Antonio Torrisi

EDITORE

Fautore del calcio "romantico", si appassiona al mondo del giornalismo sportivo sin da piccolo, seguendo le telecronache in TV e iniziando così a coltivare il sogni di essere, un giorno, in cabina di commento in occasione di una finale di Champions League.

Dal 2015 entra a far parte di Catanista, avventura che lo porta ad esordire persino in radio: altro sogno nel cassetto, conservato da bambino.
Antonio Torrisi

Mancano poco più di ventiquattro ore a Catania-Picerno, gara che segna anche il ritorno al Massimino della squadra di Camplone, reduce dalle due sconfitte consecutive in trasferta contro Reggina e Ternana. Come stanno le due formazioni? Queste le ultime.

QUI CATANIA – Come ben sapete, fortunatamente nella giornata di ieri non ci sono state comunicazioni di nuovi indisponibili, ma in casa Catania si dovrà far fronte ad alcune emergenze, soprattutto nel reparto offensivo. Partendo da dietro, però, con Saporetti ed Esposito Out e Marchese “escluso” per ovvi motivi, difficilmente Camplone potrà optare per un cambio tattico, confermando verosimilmente, al contrario, una linea a quattro composta da Calapai, Mbende, Silvestri e questa volta da Pinto dal primo minuto. A centrocampo potrebbero scendere in campo nuovamente Welbeck, Lodi e Dall’Oglio, ma in avanti? In avanti, con Di Molfetta indisponibile, oltre a Mazzarani e uno tra Di Piazza e Curiale a giocarsi una maglia da titolare dovrebbero essere Rossetti e Barisic, senza escludere uno scenario molto affascinante, quello di vedere Kevin Biondi dal primo minuto in una porzione di campo che conosce molto bene, quella offensiva.

QUI PICERNO – Dall’altra parte, Giacomarro dovrebbe proporre il classico 3-5-2, nonostante l’assenza di punte per via della doppia squalifica di Sataniello ed Esposito. Tra i pali andrà uno tra Cavagnaro e Pane, in difesa Lorenzini e Fontana sono le certezze, mentre a giocarsi una maglia da titolare sono Caidi e Bertolo. In mediana, da destra a sinistra, Melli, Kosovan, Vrdoljiak, Pitarresi e Guerra non si toccano, mentre attenzione in attacco: Nappelo, Sparacello e Calabrese si giocano due maglie da titolare, ma non è da escludere qualche sorpresa.