Catania, probabile formazione: Sarno ago della bilancia?

By
Pubblicato: 15:02 - 15 Maggio, 2019


Antonio Torrisi

Antonio Torrisi

EDITORE

Fautore del calcio "romantico", si appassiona al mondo del giornalismo sportivo sin da piccolo, seguendo le telecronache in TV e iniziando così a coltivare il sogni di essere, un giorno, in cabina di commento in occasione di una finale di Champions League.

Dal 2015 entra a far parte di Catanista, avventura che lo porta ad esordire persino in radio: altro sogno nel cassetto, conservato da bambino.
Antonio Torrisi

Ci siamo: questa sera si torna in campo al Massimino per una gara da dentro o fuori che segnerà il destino del Catania ai Playoff.

Mister Andrea Sottil, come sapete, potrà contare su 23 giocatori per la sfida contro la Reggina, compreso Angiulli, tornato tra i convocati. Il dubbio più grande è quello del modulo: contro gli amaranto i rossazzurri dovrebbero scendere in campo con uno schieramento tra il 4-3-3 e il 4-3-1-2, quest’ultimo sviluppo del primo. Davanti a Pisseri, ballottaggio a sinistra tra Marchese e Valeau, con Baraye (che negli scorsi mesi era uno dei titolari di Sottil) che potrebbe partire dalla panchina, visti anche gli acciacchi delle ultime settimane, mentre il resto della linea a quattro sarà composto da Silvestri, Aya e Calapai. In mediana altro dubbio fondamentale: Lodi sì o Lodi no? Verosimilmente Lodi sì, insieme a Biagianti e con una sfida per la maglia da titolare tra Bucolo, Carriero e Rizzo.

Capitolo tridente d’attacco: con ogni probabilità vedremo Di Piazza e Marotta in avanti insieme a Vincenzo Sarno, ma la posizione di quest’ultimo potrebbe essere interessante. Non sarebbe strano vedere Sarno partire largo a destra e accentrarsi, formando così un 4-3-1-2, modulo che bene ha fatto contro Casertana e Trapani proprio con Sottil in panchina. Attenzione chiaramente anche al 4-2-3-1 “classico”, con il rebus Lodi da risolvere. Ancora poche ore e sapremo.